Il Turismo risorsa fondamentale per il rilancio economico

Il 20 febbraio u.s. la Margherita ha organizzato alla Bit di Milano la Conferenza nazionale del turismo, con l’obiettivo di lanciare un forte impegno politico per sostenere un settore strategico per far ripartire lo sviluppo della nostra economia. Damiano Zoffoli ha partecipato ai lavori con l’obiettivo di affrontare i fattori critici della nostra offerta e di rilanciare una politica nazionale di settore. Tra le proposte vi è la riduzione dell’IVA al 5% per portarla agli stessi livelli degli altri paesi competitor, una maggiore collaborazione tra stato centrale e regioni per evitare eccessive frammentazioni pur nella giusta autonomia di competenze e coordinando le attività di promozione, un’incentivazione della crescita dimensionale delle strutture alberghiere, l’adeguamento delle infrastrutture per rendere più raggiungibili le nostre tradizionali mete turistiche. La presenza di Zoffoli alla Conferenza di Milano vuole anche portare il contributo di una regione che ha elevati livelli di qualificazione dell’offerta ed un sistema ben integrato, ma che richiede uno sforzo ulteriore per innovare e per migliorare l’efficacia dei propri strumenti e degli interventi. Zoffoli “sostiene che l’industria turistica regionale ha grandi potenzialità e può dare un grande contributo alla crescita dell’economia. Nel giro di 10 anni l’Italia deve lasciare la quinta posizione mondiale dove è scivolata, per rioccupare meritatamente la prima”. Il dato significativo emerso alla Fiera di Milano nel corso della Conferenza Nazionale sul Turismo organizzata dal nostro partito nell’ambito della Bit, è che mentre la domanda mondiale di turismo sta crescendo in termini vertiginosi ed è destinata a raddoppiare nei prossimi 20 anni, l’Italia è l’unico Paese che ha visto scendere il numero di visitatori. A questo ha contribuito sensibilmente l’attuale governo che ha di fatto tagliato i fondi per la promozione del nostro patrimonio culturale e paesaggistico. Se, come mi auguro – dichiara Zoffoli – vinceremo le elezioni, creeremo una ‘cabina di regia’ nazionale per promuovere il marchio Italia e per coordinare tutti gli interventi di base, a partire dall’innovazione delle strutture, comprese quelle per la mobilità, che devono puntare sulla qualità dell’offerta. Inoltre, bisogna intervenire sulla stabilizzazione dei prezzi, agendo ad esempio sull’Iva per contenere il forte incremento dei canoni per l’occupazione di spazi demaniali. Infine – conclude Zoffoli – intendiamo introdurre incentivi finalizzati ad agevolare accorpamenti di imprese e a creare operatori attivi su tutta la filiera, nonché a beneficio dei sistemi turistici locali”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.