Approvati gli indirizzi per la pianificazione faunistico-venatoria

La Commissione Politiche Economiche – presieduta da Damiano Zoffoli – ha approvato gli indirizzi per la pianificazione faunistico-venatoria, a cui le Province dovranno attenersi per la predisposizione dei Piani faunistici-venatori. Hanno votato a favore ds e margherita; contrari verdi, an e lega nord. Ampio e approfondito è stato il confronto con tutte le associazioni interessate che ha preceduto la stesura del provvedimento e che ha coinvolto due assessorati. E’ stato un iter di grossa evidenza pubblica e nessuno è stato dimenticato nel tentativo di comporre una sintesi. Bologna, 18.05.2006 Gli indirizzi contenuti nel provvedimento, che ha durata quinquennale ed è attuato dalle Province con programmi annuali di intervento, riguardano: la definizione della superficie Agro-Silvo- Pastorale; la destinazione territoriale; l’individuazione dei Comprensori Omogenei; gli obiettivi generali di pianificazione; la fauna selvatica (definizione della densità obiettivo e pianificazione delle attività gestionali); gli istituti faunistici (idoneità territoriale e pianificazione delle attività gestionali); la gestione faunistica ed eventualmente venatoria dei terreni forestali appartenenti al patrimonio regionale; la programmazione dell’approvvigionamento di richiami vivi di cattura e di allevamento; danni, prevenzione ed interventi ambientali e l’individuazione della superficie Agro- Sivo-Pastorale. Sono, inoltre, previste le indicazioni per la predisposizione dello studio per la valutazione dell’incidenza delle attività previste dal Piano faunistico-venatorio
Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.