SUI CANONI DEMANIALI D’ACCORDO CON RUTELLI

Il decreto del Consiglio dei ministri per rinviare l’aumento del 300% del canone demaniale annunciato dal Vicepremier e Ministro per i Beni culturali con delega al turismo, Francesco Rutelli, va nella giusta direzione. Il provvedimento, che Rutelli ha esposto nel corso dell’incontro con i giornalisti che si è svolto a Firenze al termine del coordinamento nazionale degli assessori regionali al turismo, fa slittare l’applicazione degli aumenti in maniera retroattiva dal 15 dicembre 2005 al 30 settembre 2006. Si tratta della giusta soluzione ad un problema che era divenuto insostenibile per via di una norma mal congegnata che non avrebbe comunque portato gettito. Ora ci sono quattro mesi di tempo per rimediare con nuove norme e soprattutto, la stagione turistica è salva per chi temeva aumenti ingiustificati ed un colpo durissimo al nostro turismo. Rutelli ha adottato il primo atto della sua nuova responsabilità in materia di turismo d’intesa con le Regioni con cui vuole lavorare in stretto raccordo; per il rilancio dell’economia italiana il turismo ha un ruolo fondamentale e questo primo atto vuole essere proprio un segnale di fiducia per gli imprenditori e per le regioni che vogliono puntare, quale elemento trainante per lo sviluppo, sull’economia dei servizi e del turismo.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.