SARA’ RIPETUTA ANCHE NEL 2007 L’INIZIATIVA “FATTORIE DIDATTICHE FATTORIE APERTE”

Si ripeterà anche quest’anno l’iniziativa “Fattorie Aperte e Fattorie Didattiche” dopo il successo ottenuto nelle edizioni precedenti. Il progetto promosso dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la nostra Provincia e con il supporto organizzativo dell’Osservatorio Agroambientale di Cesena nel 2006 ha visto la partecipazione di circa 4.500 visitatori nelle 27 aziende agricole di Forlì e Cesena. “L’iniziativa che nasce nell’ambito della legge regionale 29 del 2002 per l’orientamento dei consumi e l’educazione alimentare e per la qualificazione dei servizi di ristorazione collettiva- annuncia il Presidente della Commissione Politiche Economiche Damiano Zoffoli- verrà riproposta e ampliata anche nel 2007”. La Giunta Regionale infatti ha approvato il programma per l’orientamento dei consumi e l’educazione alimentare 2006-2008, che contiene proposte per la promozione dell’educazione alimentare e del settore agricolo cesenate e forlivese. Partendo infatti dalla premessa che una corretta alimentazione è fondamentale per la salute ed il benessere e che l’educazione alimentare è lo strumento idoneo ad ottenere comportamenti alimentari equilibrati e ad indurre scelte di consumo consapevole, il programma tende a valorizzare i progetti in tal senso più significativi. Tra questi il consigliere Zoffoli sottolinea il progetto “Fattorie aperte e Fattorie didattiche” giunto ormai all’ottava edizione. L’attività educativa ha come obiettivo la realizzazione di una rete regionale di aziende agricole, per divulgare le tematiche dell’educazione ambientale, alimentare e per promuovere i prodotti tipici a scuole, famiglie, turisti. Secondo il Presidente della commissione Politiche Economiche Damiano Zoffoli “Rendere direttamente protagoniste le strutture agricole delle attività di educazione alimentare, consente di creare un’occasione di contatto diretto tra settore agricolo e scuola. Fattorie aperte e fattorie didattiche è un progetto originale che favorisce l’intreccio tra il sapere della tradizione e l’evoluzione dei modelli culturali là dove si impara ciò che non insegnano ne i libri, ne le autorità” A livello regionale i risultati nei sette anni di realizzazione dell’attività sono estremamente positivi. L’iniziativa “Fattorie aperte” partita con 10.000 visitatori ha registrato un continuo aumento e nel 2005 ha registrato 68.000 presenze con la partecipazione di 275 aziende agricole. Per quanto riguarda le “Fattorie didattiche” le aziende agricole coinvolte sono oggi 285 con una partecipazione di 5.142 classi di ogni ordine e grado nell’anno scolastico 2004/2005.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.