427.000 EURO DI CONTRIBUTI DELLA REGIONE PER I CENTRI DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI FORLI’-CESENA

I contributi sono destinati al completamento delle sedi e all’acquisto di strumenti ed attrezzature. Lo annuncia il consigliere regionale Damiano Zoffoli che sottolinea come “sul tema della protezione civile siano fondamentali la pianificazione, l’integrazione e del coordinamento messo in campo dalla regione.” La regione Emilia Romagna ha approvato la settima fase del programma pluriennale degli interventi di potenziamento del sistema di protezione civile disponendo la concessione, per il tramite dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile di un contributo complessivo di EURO 3.105.000,00 a favore degli Enti Locali che provvederanno alla realizzazione dei Centri Provinciali Unificati di Protezione Civile. A darne l’annuncio il consigliere regionale Damiano Zoffoli che evidenzia come il finanziamento “potenzierà il sistema regionale di Protezione Civile appartenente alla Pubblica Amministrazione per la realizzazione di strutture operative territoriali di raccordo tra protezione civile regionale, provinciale e comunale ed il volontariato. In particolare la Regione incentiverà la costituzione di strutture permanenti costituita da uffici della provincia e del comune o dei Comuni che realizzano questa struttura insieme con la provincia.”A tal fine gli enti territoriali interessati dovranno individuare, nell’ambito territoriale di ciascuna provincia, un’apposita sede idonea ad ospitare una struttura tecnico-organizzativa permanente, alla cui costituzione concorreranno la Provincia e il Comune capoluogo di provincia. Queste sedi dovranno anche fungere da centro di coordinamento delle associazioni del volontariato provinciale e/o locale di protezione civile e dovranno avere la funzione di base delle colonna mobile operativa provinciale e regionale, centro di gestione della protezione civile a livello provinciale in emergenza e in tempo di pace ed essere resi disponibili anche per un uso da parte della Regione, delle prefetture e delle strutture operative regionali e nazionali della protezione civile, nel caso delle calamità. Le sedi dovranno in linea di massima, avere le seguenti caratteristiche: essere ben servite da collegamenti verso la rete viaria nazionale e autostradale e perciò difficilmente vulnerabile da eventuali catastrofi, essere sicure rispetto a frane, esondazioni, incendi boschivi, incidenti industriali, essere servite dalle reti di acqua, fogne, elettricità, telefonia fissa e cellulare. Il consigliere regionale Damiano Zoffoli rileva con soddisfazione che “grazie all’impegno e al lavoro dell’Assessore alla protezione civile Alberto Manni vengono destinati alla provincia di Forlì-Cesena ben 427.000 euro di cui 150.000 per il completamento del Centro Operativo Provinciale Unificato di Via Cadore, 80.000 al Comune di Modigliana per il Centro Sovracomunale di Protezione civile, 52.000 al Comune di Premilcuore e 50.000 a quello di Galeata per il completamento dell’area di ammassamento, 15.000 per la nuova realizzazione del Centro Operativo comunale di Forlimpopoli, Rocca San Casciano e di Montiano, 35.000 per l’area di ammassamento di Rocca san Casciano”. Damiano Zoffoli sottolinea infine come “sul tema della protezione civile siano fondamentali la pianificazione, l’integrazione e del coordinamento messa in campo dalla regione. Con questi principi è stato infatti possibile organizzare in Emilia-Romagna un sistema regionale di Protezione Civile organizzato e vicino ai cittadini attraverso gli Enti Locali, fondato su una comune azione di intervento per dare risposte immediate nelle emergenze, più efficace nelle attività di pianificazione, preparazione agli interventi di previsione e prevenzione, sostegno al volontariato di Protezione Civile”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.