La Regione finanzia il progetto di miglioramento del movimento merci del centro storico di Forlì

“Si tratta di un progetto di riorganizzazione, controllo e monitoraggio della mobilità del centro storico di Forlì che permetterà, tra l’altro, agli operatori economici di rinunciare alla propria auto privata in favore di furgoni a bassa emissione. La Regione – dichiara il Presidente della Commissione Politiche Economiche Damiano Zoffoli – finanzia il 50% del progetto con 667.000,00 euro”.

La Regione Emilia-Romagna ha assegnato al Comune di Forlì un cospicuo finanziamento per il progetto del Movimento Merci denominato appunto “MO.ME.”.

A darne notizia è il consigliere regionale del Partito Democratico Damiano Zoffoli, secondo il quale si tratta di un “contributo importante per il miglioramento della qualità dell’aria e della vita del centro storico di Forlì, per una più efficace e ordinata mobilità nel cuore della città”.

Il finanziamento si inserisce nel contesto dell’Accordo di Programma per la Mobilità sostenibile siglato tra Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì (grazie anche all’impegno dell’Assessore Elvio Galassi), Comune di Cesena e il Consorzio Azienda Trasporti ATR-FC, che prevede, la partecipazione economica regionale in una quota del 50% della spesa ammessa a contributo.

Il progetto del Comune di Forlì, denominato MO.ME. (MOvimento MErci) ammonta complessivamente a € 1.359.432,00.

Si tratta di un progetto di “Van sharing” che permetterà agli operatori economici che dovranno accedere all’area del centro ttorico, soggetta a regolamentazione di accesso, di rinunciare alla propria auto privata in favore di furgoni a bassa emissione per la distribuzione delle merci, utilizzabili, previo abbonamento a prezzi vantaggiosi, in condivisione tra gli operatori economici.

All’interno del progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 667.000,00 euro saranno anche realizzati una serie di provvedimenti di riorganizzazione e di monitoraggio della mobilità cittadina per un miglioramento complessivo della qualità della vita del centro storico forlivese.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.