La Regione sostiene la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica

Nella provincia di Forlì-Cesena lo Spinner Point è nella sede di Cesena della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna.

Prende il via “Spinner 2013”, il programma che nei prossimi tre anni offrirà, alle persone con alte professionalità, opportunità per sviluppare progetti individuali nell’ambito della ricerca e della innovazione.

Il progetto si colloca nell’ambito del Programma Operativo Regionale FSE Obiettivo 2 “Competitività Regionale ed Occupazione”.

“L’obiettivo del programma operativo – spiega il Presidente della Commissione Politiche Economiche Damiano Zoffoli – pone al centro l’investimento sulle persone e mette in rete il sistema produttivo, le strutture di ricerca e le università del nostro territorio”.

Le risorse a disposizione sono pari a 17 milioni e 250 mila euro sull’asse capitale umano, a cui vanno aggiunti 750 mila euro sull’asse assistenza tecnica.

La Regione Emilia-Romagna ha infatti affidato al Consorzio Spinner, costituito da Fondazione Alma Mater, ASTER e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, gli interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica.

“Spinner 2013 – continua Zoffoli – nasce per costruire una comunità della conoscenza per l’innovazione, la crescita e lo sviluppo regionale; metterà a disposizione un sistema integrato di opportunità, finanziarie e non, che vanno dall’assistenza alla definizione di idee di impresa e di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione (anche manageriale e organizzativa) ad agevolazioni finanziarie, servizi di consulenza specialistica, conferenze e seminari”.

Il programma potrà contare su una rete territoriale di 10 sportelli localizzati presso le università e i centri di ricerca pubblici dell’Emilia-Romagna – gli Spinner Point – già operativa. Nella provincia di Forlì-Cesena lo Spinner Point di riferimento è la Facoltà di Ingegneria presso l’Università di Bologna, sede di Cesena.

Sei le azioni nelle quali si articolerà Spinner 2013 per la qualificazione delle competenze in relazione ai seguenti ambiti: la nuova imprenditorialità innovativa; la ricerca applicata, il trasferimento tecnologico e lo sviluppo pre-competitivo; l’innovazione manageriale e organizzativa; la maggiore presenza delle donne in settori e ruoli a forte contenuto tecnologico e di innovazione; la mobilità internazionale.

L’avvio del programma avviene con un bando di concorso tramite il quale il Consorzio Spinner selezionerà 14 borsisti che opereranno per 18 mesi presso le 10 sedi degli Spinner Point presenti sul territorio regionale con borse di studio di 25 mila euro.

Il bando scade il 18 aprile e può candidarsi chiunque sia in possesso di una laurea di primo o secondo livello e sia domiciliato in Emilia-Romagna.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.