Anche il Comune di Forlì aderisce all’iniziativa “Spendo meno”

«Con “SPENDO MENO” si mira a bloccare i rincari dei prezzi dei prodotti alimentari, valorizzando i prodotti tipici locali e di stagione, attraverso una importante intesa con le associazioni di categoria, a favore dei consumatori».

“SPENDO MENO” raccoglie un pacchetto d’iniziative per bloccare il prezzo di alcuni prodotti e per ridurlo nella quarta settimana del mese. Prezzi bloccati e sconti si applicheranno in particolare ai prodotti tipici locali e a quelli di stagione.

Si tratta di un accordo sottoscritto tra la Regione Emilia-Romagna e le associazioni di categoria, della distribuzione commerciale, al dettaglio e all’ingrosso, dell’artigianato e dell’agricoltura: Confcommercio, Confesercenti, Federcarni, Fedagromercati-Acmo, associazione panificatori di Bologna, Federazione Italiana dettaglianti alimentari, Accda, Ancd-Conad, Cna e Confartigianato.

Nell’incontro tenutosi presso la Residenza municipale di Forlì, lunedì 16 febbraio, alla presenza del Vicesindaco Evangelista Castrucci e dell’Assessore Liviana Zanetti, si è convenuto di promuovere e di estendere sul territorio forlivese l’accordo siglato in Regione puntando su una fondamentale, coordinata e incisiva comunicazione, che partirà nei primi giorni di marzo 2009.

“SPENDO MENO” prevede interventi su carne e prodotti di macelleria, pane e prodotti da forno, ma anche ortofrutta, caffè e cappuccini. I bar e i forni aderenti all’iniziativa bloccheranno i prezzi (mantenendo il listino del novembre 2008) rispettivamente fino al 30 giugno 2009 e fino al 30 aprile 2009.

Con il progetto “Spesa amica”, invece, le macellerie si impegnano a vendere, almeno nell’ultima settimana del mese, un pacco di prodotti a un costo massimo di 10-15 euro, con uno sconto minimo del 10% sul normale prezzo di vendita. Sempre nelle macellerie parte anche l’iniziativa “Carni in tavola”: uno sconto, dal 10 al 20%, su uno o più tipi di carne fra pollo, tacchino, bovino e suino, nella quarta settimana del mese.

I commercianti dell’ortofrutticolo, sceglieranno due prodotti di stagione su cui mantenere un prezzo fisso per almeno un mese.

Le promozioni continueranno per tutto il 2009.

Il Presidente della Commissione Politiche Economiche della Regione Emilia-Romagna Damiano Zoffoli afferma che “E’ uno stimolo ad organizzare e fare sistema per affrontare la crisi economica con al centro le piccole imprese e le famiglie. Si tratta di un passo avanti importante: in un momento di grande difficoltà, in cui diminuisce la capacità di spesa, anche sugli alimentari delle famiglie, l’obiettivo è quello di ridurre gli sprechi e sostenere il consumo di qualità dei nostri prodotti locali e di stagione ad un giusto prezzo; quindi spendo meno ma soprattutto spendo meglio e spendo bene”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.