Ha vinto il gioco di squadra

“Riteniamo davvero fondamentale, per tutti i lavoratori e le lavoratrici, l’accordo programmatico firmato ieri sera in Regione, sullo stabilimento La Perla di Bagno di Romagna; tanto più poiché si tratta di un risultato per nulla scontato in partenza.

La situazione di crisi economica che abbiamo di fronte, purtroppo, è seria anche per il territorio della nostra Provincia; ma aver impedito i licenziamenti improvvisi prospettati, e aver ottenuto l’uso degli ammortizzatori sociali per due anni e un impegno comune per ricercare, nei prossimi mesi, soluzioni alternative per l’occupazione, è sicuramente un buon risultato.

Ha vinto il gioco di squadra, e l’intesa è stata raggiunta grazie al lavoro impostato dall’Assessore Duccio Campagnoli, portato avanti di concerto con il Sindaco Lorenzo Spignoli e l’Amministrazione di Bagno di Romagna, con l’Assessore Iglis Bellavista e la Provincia di Forlì-Cesena, e in accordo con i Sindacati dei lavoratori.

È con questa modalità concreta, e non con quella “urlata” sui mezzi di comunicazione, che la nostra Regione si è mossa e si muoverà ancora, qualora si troverà ad affrontare situazioni analoghe, con la precisa e prioritaria volontà di tutelare sempre i lavoratori.

Di fronte a questa crisi, che sta investendo anche il nostro territorio regionale, serve infatti un progetto solidale tra istituzioni e attori sociali, che da una parte aiuti le imprese nel loro sforzo di competizione, e dall’altra sostenga le persone e le famiglie in difficoltà attraverso l’uso degli ammortizzatori sociali”.

Damiano Zoffoli e Paolo Lucchi (Consiglieri regionali del Partito Democratico)

Monica Donini (Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna)

Cosa prevede l’accordo

L’accordo, siglato da proprietà, sindacati, Enti Locali (Comune, Provincia e Regione) e associazioni di categoria (Confindustria), prevede un comune percorso finalizzato all’utilizzazione e all’applicazione degli ammortizzatori sociali, come la cassa integrazione straordinaria, per i lavoratori del polo produttivo romagnolo del gruppo La Perla.

L’intesa stabilisce che la cassa integrazione straordinaria sarà utilizzata al più tardi a partire dal prossimo 23 marzo 2009, per un numero massimo di 102 lavoratori a zero ore, esclusi gli addetti allo spaccio aziendale ed i lavoratori a domicilio, per i quali l’Azienda intende adottare altri provvedimenti. Entro 10 giorni dalla firma dell’accordo sindacale, le parti attiveranno la richiesta di utilizzo della cassa integrazione straordinaria per la durata di 24 mesi con le modalità che si individueranno attraverso verifiche tecniche anche congiunte con la Regione Emilia-Romagna e il Ministero del Lavoro.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.