Crisi economica, in Commissione il punto della situazione nella nostra Regione

La salvaguardia dell’occupazione e della capacità produttiva nella nostra Regione, punto primario del Patto tra Regione, Enti locali, associazioni di categoria economiche ed imprenditoriali e sindacati, ha funzionato” dichiara Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione assembleare “Politiche Economiche”.

“Nella sostanza – continua Zoffoli – l’impegno ad evitare tagli unilaterali all’occupazione e all’attività produttiva sta sostanzialmente reggendo. Il problema vero, ora, saranno i bilanci consuntivi 2009 delle aziende e la programmazione per il 2010. Al fine di evitare, come nel 2009 con il Patto anticrisi, tagli strutturali conseguenti alla necessaria contrazione dei costi, occorre reiterare e attivare tali provvedimenti straordinari anche per il 2010. Primo fra tutti l’approvazione della legge di riforma degli ammortizzatori sociali, per dare ordine e certezza a questi strumenti. Il secondo punto è garantire l’accesso al credito, per consentire alle imprese di gestire risorse reali per gli investimenti. Altro punto, su cui occorre fare una riflessione, è il problema dell’accesso al lavoro e della sua qualità. Occorrono nuove modalità, altrimenti i due mercati (quello a tempo indeterminato, in forte flessione, e quello a tempo determinato) finiranno per sfavorire i più giovani. Basti pensare infatti che, nelle nuove assunzioni per sostituire chi va in pensione, c’è una caduta del 50% del tempo indeterminato. È necessario, perciò, differenziare il costo del lavoro, a vantaggio dell’occupazione stabile”.

“Grazie all’alleanza tra lavoro ed Impresa, che è alla base del Patto, stiamo resistendo alla crisi. Infatti la caduta occupazionale, nella nostra Regione, registra il valore più basso in Italia. Registriamo, invece, 16.000 lavoratori in cassa integrazione straordinaria, 30.000 lavoratori che godono degli ammortizzatori sociali in deroga previsti per le aziende sotto i 15 addetti e circa 60.000 in cassa integrazione ordinaria” prosegue il Presidente Zoffoli.

Il 2010, pertanto, dovrà essere l’anno del rilancio. Ed è indispensabile, in sede di bilancio regionale, estendere al 2010 le misure del pacchetto anticrisi. Fondamentale, inoltre, sarà l’approvazione del Piano Territoriale Regionale (PTR), entro la legislatura, per dare certezza sulle prospettive di sviluppo e sugli investimenti infrastrutturali previsti nel nostro territorio. A proposito di investimenti, che sono in forte caduta, è necessario che il Governo preveda la possibilità, per le imprese, di detassarli. È inutile, infatti, detassare solo utili che oggi non si producono: è la stessa storia della detassazione degli straordinari che non si fanno!” conclude il Presidente della Commissione Politiche Economiche.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.