Dalla Regione 352.732 euro, ai Comuni della Provincia di Forlì-Cesena, per la trasformazione delle auto private a gas metano o gpl

“Contribuiti fino a 650 euro per veicolo, estendibili, in maniera ridotta, anche ai motoveicoli, qualora omologabili”.

La Regione Emilia-Romagna mette a disposizione, di 38 Comuni che lo hanno richiesto, 1.480.756,00 euro per “Interventi per l’attuazione del piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: trasformazione di veicoli a gas metano e gpl per il miglioramento della Qualità dell’Aria”.

Tra gli assegnatari – dichiara con soddisfazione Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione Politiche Economiche dell’Assemblea Legislativa – ci sono anche 9 Comuni della Provincia di Forlì-Cesena, che riceveranno risorse regionali per un totale di 352.732 euro. Nel dettaglio, gli assegnatari sono: Bertinoro (18.894 euro), Cesena (169.455 euro), Cesenatico (44.270 euro), Forlimpopoli (22.772 euro), Gambettola (18.227 euro), Longiano (12.013 euro), Meldola (17.991 euro), San Mauro Pascoli (19.006 euro) e Savignano sul Rubicone (30.104 euro)”.

Ciascun Comune, entro 15 giorni dalla data di pubblicazione sul BUR dell’atto regionale, dovrà emanare un proprio atto per la presentazione delle richieste di contributo, tenendo conto dei alcuni criteri di riferimento: 1. possono accedere al contributo le persone fisiche e giuridiche limitatamente ai mezzi destinati all’utilizzo in conto proprio; 2. il contributo potrà essere utilizzato per i costi materiali dell’apparato di trasformazione dei veicoli (e non per la gestione amministrativa o di segreteria delle pratiche corrispondenti); 3. le somme saranno assegnate a copertura parziale delle spese, per una quota per veicolo non superiore a 500 euro, che potrà essere elevata fino a 650 euro limitatamente agli autoveicoli con data di prima immatricolazione a partire dal 1 gennaio 2006; 4. i contribuiti sono estendibili, in maniera ridotta, anche ai motoveicoli, qualora omologabili.

“Nei periodi di crisi – prosegue Zoffoli – diventa ancora più importante seminare bene per il futuro. Ed è quello che sta facendo la Regione Emilia-Romagna in tema di energia e carburanti. Negli ultimi mesi gli automobilisti hanno beneficiato di un significativo calo nel prezzo di benzina e gasolio, grazie al crollo delle quotazioni del petrolio. Una notizia positiva che, però, non deve far dimenticare che le energie fossili hanno fatto ormai il loro tempo. In attesa dell’arrivo sul mercato di massa di veicoli ad energia alternativa, un aiuto all’ambiente e al portafoglio può venire dall’utilizzo di auto alimentate a metano o gpl, da sempre più convenienti rispetto ai motori a benzina e diesel. Senza dimenticare che, con tali mezzi, si può circolare tranquillamente anche nei giorni di blocco del traffico”.

“L’attenzione della Regione per questi carburanti è testimoniata anche dai contributi per la riconversione dei mezzi già circolanti. A tutt’oggi sono oltre 20 mila i veicoli a benzina (dai pre-euro fino agli euro 4) convertiti a gpl o a metano, grazie al contributo regionale di oltre 10 milioni di euro. Diventeranno 30 mila alla fine del 2010. Altre risorse saranno poi messe a disposizione per l’installazione dei filtri antiparticolato (fap) sui veicoli diesel, anche commerciali” conclude Zoffoli.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.