Disagi dei pendolari sulla linea Rimini-Bologna. Presentata un’interrogazione alla Giunta regionale

I disagi per i pendolari emiliano-romagnoli diventano in alcuni casi insostenibili, come sulla tratta ferroviaria Rimini-Bologna. I pochi treni regionali a disposizione di lavoratori e studenti nelle ore di punta risultano inadeguati, e talvolta inaccessibili, per la notevole affluenza di utenti.

Lo evidenziano i Consiglieri regionali Damiano Zoffoli, Thomas Casadei e Tiziano Alessandrini in una interrogazione a risposta scritta alla Giunta.

Alla luce anche dell’imminente entrata in vigore dell’orario ferroviario estivo, i Consiglieri del Pd chiedono soluzioni rapide ed adeguate ai disservizi segnalati dal Comitato dei pendolari RomBo e dai Sindaci delle più importanti città romagnole.

In particolare si chiede alla Giunta regionale di intervenire su Trenitalia affinché:

– vengano rispettati gli standard, le clausole e i parametri previsti dal contratto di servizio, prevedendo il ripristino delle carrozze mancanti;

– vengano reintrodotte, dal mese di giugno, le fermate soppresse degli ES City;

– il treno IC 1549, in partenza da Bologna alle ore 16.30 (con fermate a Faenza, Forlì, Cesena e Rimini), attualmente effettuato solo il venerdì, venga previsto anche negli altri giorni feriali;

– sia anticipato il treno ES 9806, che attualmente arriva a Bologna alle ore 9.14 o, in alternativa, sia introdotto un treno regionale veloce (che effettui, da Rimini a Bologna, solo le fermate di Cesena, Forlì e Faenza) che pervenga a Bologna tra le 8.30 e le 9.

È possibile scaricare il testo dell’INTERROGAZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.