Dalla Regione altri 5,5 milioni di euro per il turismo: 3,5 milioni per sostenere la riqualificazione delle strutture ricettive e 2 milioni per le aree commerciali nei centri storici

La Regione, attraverso l’assestamento di bilancio, mette in campo ulteriori risorse destinate alla riqualificazione delle strutture ricettive presenti sul territorio dell’Emilia-Romagna: si tratta di 3,5 milioni di euro di contributi, previsti dalla Legge regionale 40 del 2002 (“Incentivi per lo sviluppo e la qualificazione dell’offerta turistica regionale”), e di 2 milioni di euro per le aree commerciali nei centri storici, per continuare il lavoro di riqualificazione delle nostre città.

“Vogliamo dare un segnale di sostegno agli investimenti degli operatori che credono nel turismo – commenta Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione assembleare Territorio Ambiente Mobilità – uno dei settori portanti dell’economia italiana, in un momento di grave difficoltà per il Paese. In controtendenza rispetto alla manovra del Governo, facciamo uno sforzo per sostenere una crescita di qualità, ambientalmente compatibile”.

Va infatti ricordato che, dal 2005, la Legge nazionale (Legge Quadro sul Turismo n. 135 del 19/03/2001) non viene finanziata dallo Stato. Con l’attuale assestamento di bilancio la nostra Regione ha pertanto attinto a risorse provenienti da entrate proprie.

“Il turismo e l’industria dell’accoglienza non sono mai state assunte, in Italia, come risorse fondamentali e strategiche per lo sviluppo del nostro Paese. – continua Zoffoli – La nostra Regione rappresenta indubbiamente uno dei punti di eccellenza del sistema turistico nazionale. Occorre, quindi, continuare a lavorare sulla strategia di convergenza pubblico e privato, sancita dalla nostra Legge regionale sul turismo (Legge n. 7 del 04/03/1998), migliorando ulteriormente modalità e sinergie, per dare un contributo all’intero Paese”.

L’avvio di importanti lavori di riqualificazione negli stabilimenti balneari e negli alberghi nella nostra riviera romagnola – conclude Zoffoli – rappresenta un’importante risposta alla grave crisi economica in atto. I nostri imprenditori sono consapevoli da sempre che, soltanto investendo e qualificando ulteriormente le proprie strutture, si può competere con le principali mete internazionali. Ed è quello che hanno continuato a fare in questi anni. È però indispensabile che anche il Governo si impegni finalmente a rifinanziare l’apposita Legge che dovrebbe stanziare fondi per la riqualificazione alberghiera. Così come è importante portare il valore dell’Iva allo stesso livello degli altri Paesi europei. Manca una politica turistica nazionale che sia di supporto alle iniziative della Regione e degli Enti locali”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.