Ambiente e territorio: “energie” per uno sviluppo sostenibile!

L’ambiente è certamente un bene comune da tutelare, ma oggi rappresenta soprattutto una formidabile opportunità di sviluppo: la green economy è una delle strade principali per uscire dall’attuale crisi e rilanciare su basi nuove e più solide l’economia.

Ancor più in Emilia-Romagna, dove l’economia verde si incrocia con la qualità, la coesione sociale e i territori come fattori fondamentali per rendere competitive le imprese, e la Regione si appresta a varare il nuovo Piano triennale dell’energia 2011-2013.

Investire sull’innovazione, sulla ricerca, sulla conoscenza, sulla qualità e sul legame con la nostra storia appare la più solida prospettiva per una nuova fase di sviluppo.

Le Amministrazioni locali, come sta già avvenendo a Cesena, sono chiamate a svolgere un ruolo di punta nelle politiche ambientali, vero asse portante di una avanzata politica industriale regionale, al pari di quello che accade da decenni per le politiche dei servizi sociali. Il Comune di Cesena, con l’avvio della Società per l’energia, ha promosso una serie di programmi ambientali e di iniziative che coinvolgono le imprese e la cittadinanza, per realizzare gli obiettivi di risparmio energetico, di produzione da fonti rinnovabili, di riduzione dei rifiuti e di mobilità sostenibile, che rappresentano la grande sfida del nostro tempo. Una sfida che richiede a ciascuno di noi di diventare protagonista e promotore di azioni e valori, riscoprendo un nuovo senso di comunità.

In questa idea di green economy la responsabilità sociale delle imprese, la difesa del Made in Italy dalle imitazioni e dall’illegalità, la valorizzazione dei prodotti agricoli locali e un turismo di qualità rappresentano altrettante occasioni di crescita. In sostanza, essere attenti all’ambiente conviene.

Di tutto questo parleremo giovedì 25 novembre alle ore 20:30, presso la sala Cacciaguerra della Banca di Cesena (viale Bovio), assieme ad Ermete Realacci, deputato e responsabile Green Economy del Partito Democratico. “AMBIENTE, GREEN ECONOMY, NUOVA OCCUPAZIONE” è il titolo del quarto incontro del ciclo “La Buona Politica: al centro la persona e la comunità”.

Rendere permanenti le agevolazioni fiscali del 55% per gli interventi di efficienza energetica nelle abitazioni e negli edifici privati; raggiungere l’obiettivo del 17% dei consumi finali con fonti rinnovabili entro il 2020; semplificare le autorizzative per gli impianti che utilizzano tali fonti e garantiscono risparmio energetico; adeguare i regolamenti edilizi e urbanistici dei Comuni, affinché tutte le prossime costruzioni rispettino i nuovi obblighi di legge per la produzione di calore e di energia elettrica; incentivare la riduzione alla fonte dei rifiuti prodotti e il loro riciclo sono alcune delle proposte del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna.

Come spesso ripete Ermete Realaccila missione dell’Italia è produrre all’ombra dei campanili cose che piacciono al mondo, valorizzando i nostri giovani talenti e la loro creatività e investendo sul sistema di piccole e medie imprese dei nostri territori”.

Questa è la nostra sfida, questa è la sfida della green economy per creare nuova e buona occupazione.

Damiano Zoffoli

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

1 comment to Ambiente e territorio: “energie” per uno sviluppo sostenibile!

  • filiberto mazzanti

    caro Damiano,
    purtroppo non potrò esserci per una concorrenza politica nell’imolese, ma volevo ribadire tutto l’apprezzamento e il sostegno per questo sforzo bello di riaprire alla politica vera e per tutti.
    Buon lavoro, continua così e continua a segnalarmi le occasioni (sai che fanno l’uomo ladro…)

    con amicizia, ciao

    Filiberto