La Regione solleciti all’Enel un pronto intervento di potenziamento delle rete elettrica della Valle del Savio

Presentata una interrogazione alla Giunta regionale, a sostegno delle richieste delle Amministrazioni Comunali e delle Associazioni di Categoria.

In merito alla saturazione elettrica della Valle del Savio, interviene anche il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione assembleare “Territorio Ambiente Mobilità” che, in mattinata, ha presentato un’interrogazione perché la Giunta dell’Emilia-Romagna “solleciti alla stessa Enel un pronto intervento di potenziamento del trasformatore della Cabina Primaria di Quarto di Sarsina, da 16 a 25 MVA, a favore dello sviluppo dell’intero territorio della Valle del Savio”.

Nei giorni scorsi le Amministrazioni Comunali di Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Roncofreddo, Sarsina, Sogliano al Rubicone e Verghereto, unitamente a CNA e Confartigianato, a seguito di approfondite valutazioni tecniche, avevano scritto ad Enel una lettera con la quale chiedevano di potenziare il sistema distributivo e la rete MP di Terna della Valle del Savio, che risulta oggi inadeguata a supportare le innumerevoli richieste di immissione in rete da parte, sia di imprese private che di Enti Pubblici.

“Anche a seguito – si legge nel documento – di quanto previsto dalla delibera di Giunta regionale avente per oggetto “PRIMA INDIVIDUAZIONE DELLE AREE E DEI SITI PER L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE L’UTILIZZO DELLA FONTE ENERGETICA RINNOVABILE SOLARE FOTOVOLTAICA”, approvata ieri dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, è necessario intervenire con urgenza per risolvere questa situazione di stallo in tempi compatibili con i programmi di sviluppo di questo territorio che, pur nelle difficoltà derivate dall’attuale crisi, è da sempre considerato fra le economie più vivaci dell’intera Provincia di Forlì-Cesena”.

È possibile scaricare il testo dell’INTERROGAZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.