Quasi 150 mila euro al Comune di Forlì per contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata

Quasi 150mila euro di contributi, in favore del Comune di Forlì, per contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata nel “distretto del divano” e per la lotta all’abusivismo commerciale. I fondi sono stati stanziati dalla Regione Emilia-Romagna che, nei mesi scorsi, aveva indetto un bando di finanziamento per iniziative di sicurezza locale, legalità e contrasto alle infiltrazioni criminose.

È importante che tutte le imprese del nostro territorio – commentano i Consiglieri regionali Damiano Zoffoli, Tiziano Alessandrini e Thomas Casadei (Pd) – operino secondo le regole, ad armi pari. Con questi fondi la Regione si schiera al fianco delle imprese oneste, contro chi punta sul lavoro nero e sull’elusione per fare concorrenza sleale e minare il tessuto economico locale”.

Per la lotta all’abusivismo commerciale, un progetto da 100 mila euro, sono stati stanziati 49 mila euro di fondi destinati alla Polizia municipale.

La parte del leone spetta però al progetto da 240 mila euro sul “distretto del divano”, al quale andranno 100 mila euro di fondi regionali: “L’intervento – continuano i Consiglieri – riguarderà prima di tutto il miglioramento degli strumenti di controllo del lavoro e la tutela delle vittime di infiltrazioni della criminalità organizzata. Sono previste anche azioni di sensibilizzazione ed educazione alla legalità in piena sintonia con i progetti dell’Amministrazione comunale già avviati lo scorso anno, a partire dal ciclo Coltivare la legalità”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.