Albo trasporti: troppe imprese irregolari possono svolgere l’attività. Occorre normalizzare e semplificare

Lo scorso giugno è stato sottoscritto, fra Ministero dei Trasporti e Associazioni dei Trasportatori, un protocollo d’intesa che definiva gli impegni assunti da parte del Governo in materia di autotrasporto e che prevedeva di dar corso all’armonizzazione e alla riscrittura delle norme vigenti nel settore del trasporto merci, nella logica di una semplificazione, e di avviare e concludere la “normalizzazione” dell’Albo trasporti, provvedendo alla cancellazione delle 48.000 imprese che risultano non essere proprietarie di alcun veicolo e che, con ogni probabilità, non hanno titolo per svolgere l’ attività.

Oggi, ad otto mesi di distanza da quell’intesa, l’Albo non è stato ancora normalizzato, né si è in alcun modo provveduto a mettere mano alla normativa settoriale al fine di una sua semplificazione.

È per questo motivo che i Consiglieri regionali del PD, primo firmatario Tiziano Alessandrini, hanno presentato una risoluzione all’Assemblea Legislativa per la “normalizzazione” dell’Albo trasporti.

“Nel settore dei trasporti – si legge nel testo – la crisi si è fatta sentire moltissimo: negli ultimi 5 anni, l’Albo trasporti è passato da 15.868 aziende in conto terzi a 13.214, con una riduzione di 2.654 imprese, pari al 16,34% del totale”.

Fra le molteplici cause di questa diminuzione va sicuramente annoverato l’onere improprio rappresentato dai costi economici ed organizzativi conseguenti alla stratificazione normativa del settore. Inoltre, l’attuale stato dell’arte fa sì che, solo in Emilia-Romagna, 2.599 imprese senza mezzi e non titolate possano svolgere attività di trasporto, creando un’evidente distorsione delle regole di mercato ed aprendo il settore a potenziali forme di illegalità.

“Pertanto – dichiara il Consigliere Damiano Zoffoli – abbiamo chiesto alla Giunta regionale di attivarsi presso il Governo nazionale perchè, in base agli impegni dallo stesso sottoscritti, completi celermente la normalizzazione dell’Albo trasporti e provveda, senza ulteriori indugi, all’elaborazione di un Testo Unico dei Trasporti che semplifichi la normativa di settore“.

È possibile scaricare il testo della RISOLUZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

1 comment to Albo trasporti: troppe imprese irregolari possono svolgere l’attività. Occorre normalizzare e semplificare