Agricoltura in montagna e collina: aperti i bandi

In arrivo 1,8 milioni di euro dal Programma di sviluppo rurale (Psr) dell’Emilia Romagna. C’è tempo fino al 16 maggio per presentare la domanda

Colline cesenati d'autunno © Cristiano RiciputiPer le aziende agricole montane e collinari della provincia di Forlì-Cesena sono in arrivo contributi per oltre 1,8 milioni di euro.

Dopo l’approvazione dei criteri di selezione da parte della Giunta provinciale, martedì scorso, il servizio Agricoltura della provincia di Forlì-Cesena ha aperto i bandi per il 2011 relativi a due misure comprese nel Programma di sviluppo rurale (Psr) dell’Emilia Romagna.

Si tratta di risorse per 1.485.000 euro in favore delle imprese agricole della fascia montana e di altri 346.500 euro per le aziende della fascia collinare.

Nel 2010 hanno beneficiato di questi contributi 486 aziende agricole montane (misura 211 dell’asse 2 del Psr) e 92 collinari (misura 212 dell’asse 2 del Psr), per un totale di 578 aziende.

Le risorse sono messe a disposizione dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla regione Emilia Romagna. La Regione, a sua volta, ha scelto di gestire il 70% dei fondi del Psr attraverso le Province, permettendo così di allocare i contributi con elasticità e capacità di adattamento alle esigenze locali.

In provincia di Forlì-Cesena, al momento, 70 per cento circa delle risorse vanno alla montagna, nella consapevolezza delle maggiori difficoltà di mantenere radicate in quest’area le attività produttive agricole. Il riconoscimento di un’indennità legata allo svantaggio naturale ha molteplici scopi e una finalità sociale: mantenere la presenza antropica sul territorio. Il presidio del territorio è anche un valore economico, in quanto rende possibile, attraverso opere di manutenzione, la conservazione di terreni produttivi, contro l’aggravamento dei problemi di dissesto idrogeologico.

In particolare, per l’anno 2011 sono aumentati i fondi a favore della collina, grazie alla possibilità, data dalla recente revisione del “Programma rurale integrato provinciale” (Prip), di assegnare maggiori risorse a questo capitolo di indennità compensative, che si traduce in un’ulteriore opportunità di integrazione al reddito degli agricoltori in questo momento caratterizzato da una profonda crisi economica.

Con la revisione del Prip, approvata all’unanimità dal Consiglio provinciale lo scorso 14 marzo, vengono assegnate alla Provincia di Forlì-Cesena ulteriori risorse derivanti sia dai meccanismi di premio per la capacità dell’ente di impiegare efficacemente gli stanziamenti, sia dalla riforma dell’Health Check, i nuovi obiettivi dell’Unione Europea per la protezione dell’ambiente.

Le risorse previste per Forlì-Cesena ammontavano inizialmente a circa a 77,6 milioni di euro per il periodo 2007-2013. Le integrazioni dovute alle premialità portano altri 3 milioni dai fondi previsti dall’Health Check e 6,7 milioni per il raggiungimento degli obiettivi previsti nella programmazione, fondi disponibili entro il 2013.

L’asse 1 (“Competitività del settore agricolo forestale”) potrà avvalersi di 2,3 milioni in più, mentre per l’asse 2 (“Miglioramento dell’ambiente e spazio rurale”), quello oggetto dei bandi appena pubblicati, è stato possibile effettuare una riallocazione delle risorse all’interno dell’asse stesso e si è definita la scelta di utilizzare queste economie per finanziare le indennità compensative delle aziende agricole di collina.

Gli avvisi pubblici, pubblicati il primo aprile, per le misure 211 (“Indennità a favore degli agricoltori delle zone montane”) e 212 (“Indennità a favore degli agricoltori delle zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane”) dell’Asse 2 del Programma di sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna 2007-2013 sono reperibili sul sito www.provincia.fc.it/agricoltura.

Le domande possono essere presentate entro il 16 maggio 2011 secondo le modalità stabilite nei bandi. La compilazione delle domande deve avvenire tramite il Sistema operativo pratiche (Sop) predisposto da Agrea e disponibile sul sito internet http://agrea.regione.emilia-romagna.it.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.