Legge sismica, meno oneri e procedure più semplici per i cittadini

La Commissione “Territorio Ambiente Mobilità” ha dato parere favorevole (astenuto il pdl, assente la lega nord) all’Atto d’indirizzo, presentato dalla Giunta, che introduce due importanti novità in materia sismica: a) una serie di interventi edilizi, privi di rilevanza per la pubblica incolumità, non richiedono più la presentazione di alcuna autorizzazione; b) le varianti, riguardanti parti strutturali, che non hanno carattere sostanziale, non richiedono più la sospensione del cantiere in corso d’opera.

“Questo provvedimento, – dichiara Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione – frutto del lavoro di un Tavolo di monitoraggio regionale che riunisce un ampio numero di soggetti interessati alla normativa sismica (Enti locali, strutture tecniche pubbliche, ordini professionali , rappresentanti dei costruttori), è il primo risultato della scelta della Regione di monitorare l’applicazione della legge L.R. n. 19/2008 (“Norme per la riduzione del rischio sismico”) con l’ obiettivo di modificarla in modo da ridurre per i cittadini gli oneri amministrativi e le procedure autorizzative, mantenendo comunque fermo il rispetto dei parametri di sicurezza e di qualità delle costruzioni“.

Rispetto a questo obiettivo, i cambiamenti sanciti con questo primo Atto di indirizzo, sono rilevanti.

A titolo di esempio, si stabilisce, infatti, che non servirà alcun documento, integrativo al titolo abilitativo edilizio, per la nuova costruzione di pergolati e strutture di sostegno per coperture (tende e teli) con altezza massima di 3 metri; esentate anche tettoie e serre con analoga altezza e superficie entro 10 mq. Non c’è bisogno di documentazione aggiuntiva neppure per costruire locali strutturalmente autonomi (purché ad un solo piano, realizzati con strutture di legno o metallo, alti al massimo 3 metri e non più grandi di 10 mq) adibiti a servizi: spogliatoi, bagni, garage, rimesse attrezzi, depositi, capanni da pesca e da caccia, chioschi e gazebo, ricovero animali.

“Con questo Atto – conclude il Consigliere regionale Zoffoli – diamo una prima risposta ai cittadini che vogliono fare piccoli lavori nelle proprie case, eliminando una serie eccessiva di passaggi burocratici e riducendo i costi, che si sono dimostrati troppo onerosi. In tal modo si evita che i cittadini adottino tecniche “fai da te”, stimolando l’abusivismo e rischiando di avere ripercussioni dannose sul comparto edile, già gravemente provato dalla crisi economica. Sono soddisfatto del lavoro e dell’impegno dell’Assessore regionale alla sicurezza territoriale, difesa del suolo e della costa, protezione civile, Paola Gazzolo. Ora dobbiamo procedere rapidamente, allo stesso modo, migliorando e semplificando la normativa, anche per le altre tipologie di intervento“.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

5 comments to Legge sismica, meno oneri e procedure più semplici per i cittadini

  • Paolo

    BENE…in attesa di vedere i contenuti! (dove li trovo?)
    Con questo schema di norme anche una virgola diventa importante.
    E ora apriamo una riflessione (necessariamente anche con lo stato)
    se non è il caso di tornare al DEPOSITO ASSEVERATO…..
    e lasciare alla autorizzazione interventi di maggiore importanza.

    Ciao e Buon Lavoro.

  • caro Paolo,
    la Giunta regionale dovrebbe aver assunto la delibera questa mattina. tutt’al più lo farà lunedì prossimo.
    appena ho il testo te lo inoltro via mail.
    un caro saluto e buon lavoro,
    Damiano

  • Sperando di fare cosa gradita, ho pensato di rendere disponibile, qui nel mio sito, il testo della delibera di Giunta regionale avente per oggetto “ATTO DI INDIRIZZO RECANTE L’INDIVIDUAZIONE DEGLI INTERVENTI PRIVI DI RILEVANZA PER LA PUBBLICA INCOLUMITA’ AI FINI SISMICI E DELLE VARIANTI IN CORSO D’OPERA, RIGUARDANTI PARTI STRUTTURALI, CHE NON RIVESTONO CARATTERE SOSTANZIALE, AI SENSI DELL’ ARTICOLO 9, COMMA 4 DELLA L.R. N. 19 DEL 2008”, che a breve verrà pubblicata sul BUR.

    È possibile consultarla e scaricarla cliccando qui: http://www.damianozoffoli.com/wp-content/uploads/2011/05/delibera-Giunta_Regione-Emilia-Romagna_2011_n-687_sismica.pdf

  • ing. Azzurra R.

    Bene!
    Molte grazie per l’utilissimo LINK: mi ci è voluta almeno mezz’ora di Navigazione prima di approdare a questo Forum e poter leggere nero su bianco le “fantomatiche” modifiche agli Allegati A e B!
    Le “voci” giravano da mesi… ora mi auguro che non ne trascorrano altrettanti prima della loro ufficiale Pubblicazione sul BUR!
    Grazie e buon lavoro.

  • ing. Azzurra R.

    …mi correggo: Allegato A e affini!