Cooperative sociali, contributi per gli inserimenti lavorativi

Entro il 15 ottobre 2011, le cooperative sociali di tipo B (iscritte all’albo della Regione Emilia-Romagna) possono presentare richiesta per accedere ai contributi previsti dall’art. 9 della Legge regionale n. 7 del 1994.

Più in dettaglio:

– le cooperative sociali che assumono a tempo indeterminato, o con contratto formazione lavoro, persone ex degenti psichiatrici, disabili con invalidità superiore ai 2/3 possono chiedere, per un periodo non superiore a 2 anni, contributi fino al 70% del costo effettivo della retribuzione. Qualora il contratto di formazione lavoro venga trasformato in contratto a tempo indeterminato i contributi potranno essere prorogati per ulteriori 2 anni;

– le cooperative sociali che assumono a tempo indeterminato o con contratto formazione lavoro persone svantaggiate (di cui all’art. 4 della Legge n. 381 del 1991) possono chiedere, per un periodo non superiore a due anni, contributi pari al 30% del costo effettivo della retribuzione. Qualora la cooperativa trasformi il contratto di formazione lavoro in contratto a tempo indeterminato e qualora la cooperativa mantenga alle proprie dipendenze lavoratori per i quali siano venute meno le condizioni di svantaggio, i contributi potranno essere prorogati per ulteriori 2 anni.

I documenti da presentare sono: la richiesta del legale rappresentante della cooperativa sociale; una copia conforme all’originale del libro matricola, relativo alla persona per cui si chiede il contributo; una copia buste paga, riferite ai semestri di lavoro, della persona per cui si chiede il contributo.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Loredana Fossati (051 5277078 – lfossati@regione.emilia-romagna.it) e Ornella D’Elia (051 5277440 – odelia@regione.emilia-romagna.it).

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.