Risoluzione contro l’aumento dei prezzi dei farmaci generici

Presentata, all’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, una risoluzione per chiedere alla Giunta regionale di adoperarsi perché l’aumento dei prezzi dei farmaci non pesi sulle tasche dei cittadini.

Per risparmiare 600 milioni di euro, pari ai fondi tolti alle Regioni con l’ultima Finanziaria, il Governo nazionale ha diminuito il prezzo che le stesse Regioni possono rimborsare alle farmacie convenzionate su 4.200 farmaci equivalenti/generici.

Sulla base di questa decisione, elaborata dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), dallo scorso aprile, i cittadini che hanno bisogno di medicine perché affetti da malattie croniche o occasionali, si sono trovati, senza alcun preavviso, a dovere far fronte di tasca propria alla differenza fra il rimborso riconosciuto e il prezzo di vendita.

Questo esborso, che non fa alcuna distinzione in base al reddito, colpisce in maniera più accentuata proprio le fasce più deboli dei cittadini: in testa gli anziani, ovviamente i maggiori consumatori di farmaci per le malattie croniche.

I farmaci generici erano nati con l’esplicito intento di offrire a tutti la possibilità di curarsi sostenendo costi accettabili; e il risparmio per il Sistema Sanitario Nazionale non può tradursi in un maggiore onere per i cittadini.

La Regione Emilia-Romagna, dopo avere allargato la platea delle esenzioni dai ticket sanitari per sostenere i propri cittadini di fronte alla crisi economica, si trova ora a dovere fronteggiare un ulteriore aggravio sugli stessi, decretato dal Governo secondo l’ormai consolidato modello che sgrava le casse centrali a danno di quelle periferiche.

È per questi motivi che il Gruppo assembleare del Partito Democratico ha presentato una risoluzione, nella quale si invita la Giunta regionale:

– ad esaminare la questione in sede di Conferenza Stato-Regioni per verificare, in maniera concertata, possibili misure che sostengano le fasce più deboli della popolazione;

– a sollecitare il Governo nazionale affinché si faccia promotore di un accordo con le case farmaceutiche per un contenimento dei costi dei medicinali generici.

È possibile scaricare il testo della RISOLUZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.