A Cesena la Festa Democratica nazionale sull’immigrazione



Dall’1 al 17 luglio, al parco Frutipapalina di Sant’Egidio, ci saranno incontri politici, un ricco calendario di spettacoli, buona cucina e divertimento, senza dimenticare l’impegno sociale.

Il Ministro dell’Interno Roberto Maroni, il Presidente della Regione Vasco Errani, gli eurodeputati Debora Serracchiani e Vittorio Prodi, gli onorevoli Andrea Sarubbi, Livia Turco e Stefano Fassina, il Sindaco di Rosarno Elisabetta Tripodi, sono solo alcuni dei numerosi e autorevoli ospiti che interverranno alle iniziative.

E ancora, eventi collaterali (la Giornata della convivenza: un incontro fra generi, generazioni e culture; una partita di calcio tra amministratori, istituzioni e nuovi italiani) e due mostre tematiche “Chi nasce e cresce in Italia è italiano” e “Tra di noi”.

Ti aspettiamo a Cesena!

È possibile scaricare il PROGRAMMA della festa cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

3 comments to A Cesena la Festa Democratica nazionale sull’immigrazione

  • Paolo Zammarchi

    Ma perchè si continua ancora a scrivere, sui manifesti della Festa Democratica di Cesena (ma non sulla copertina del programma allegato), Festa dell’Unità e, a parte, EUROPA (che peraltro è il solo giornale ufficiale del Partito!)? Ma la festa non serve per sostenere il Partito Democratico, ovvero il partito nuovo che insieme abbiamo fondato? Che c’entra allora il giornale “L’Unità”? Se vogliamo proseguire insieme il nuovo cammino intrapreso occorre essere chiari e conseguenti, segnando una discontinuità con il passato, come abbiamo fatto noi cattolici democratici ex democristiani. Se qualcuno vuol restare ancorato ad un simbolo del vecchio PCI-PDS-DS, continui pure a comprare e leggere l’Unità (nessuno glielo impedisce), ma non può pretendere che diventi emblema di tutto il P.D.!
    Paolo Zammarchi

  • Fringui

    @ Paolo
    Ma svegliatevi! E’ chiaro come il sole che all’interno del partito è ancora netta la divisione fra Ds e Margherita, dove i secondi contano poco o niente.

  • Stefano Bernardeschi

    DEMOCRISTIANI! SIETE SOLO DEI PATETICI DEMOCRISTIANI