Cancellazione dei treni tra la Romagna e Bologna. La Regione chiede con urgenza una soluzione a Trenitalia

La Direzione generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di Mobilità della Regione Emilia-Romangna chiede alla Divisione Trasporto Regionale di Trenitalia uno studio di fattibilità per l’istituzione di un collegamento aggiuntivo veloce Rimini-Bologna, che possa compensare adeguatamente la situazione che si è creata dopo la soppressione degli Intercity 608/629. I Consiglieri regionali romagnoli del PD Tiziano Alessandrini, Thomas Casadei, Miro Fiammenghi, Mario Mazzotti, Roberto Piva, Damiano Zoffoli si uniscono alla richiesta della Giunta regionale e ribadiscono la necessità di un rapido intervento a favore dei pendolari che sono stati duramente penalizzati per la cancellazione dei treni.

“La decisione di Trenitalia di sopprimere i due treni dallo scorso 13 settembre – affermano i Consiglieri – presa senza nessun confronto e in perfetta solitudine dall’azienda, ha determinato un netto peggioramento dei collegamenti tra Romagna e Bologna al mattino e al pomeriggio. Si sono ridotte le possibilità di spostamento dei pendolari e si è prodotto un aumento dei passeggeri sugli altri treni rimasti attivi, con evidenti disagi per tutti i viaggiatori, come è stato documentato in questi giorni”.

“Per cercare di uscire da questa situazione, la Regione chiede con urgenza che Trenitalia presenti uno studio di fattibilità per due collegamenti aggiuntivi: uno che parta da Rimini alle 6.20 circa, che fermi a Cesena, Forlì e Faenza, e arrivi a Bologna alle 7.35 circa. L’altro, qualora non si riesca a ripristinare la situazione precedente, da collocare in partenza da Bologna tra le 17.30 e le 18.30“.

“Ci auguriamo – concludono i Consiglieri – che Trenitalia realizzi in tempi rapidissimi lo studio di fattibilità richiesto e che, come giustamente chiedono le associazioni dei pendolari, si ripristini al più presto una situazione più adeguata alle esigenze dei tanti viaggiatori che ogni giorno si spostano per esigenze di lavoro e di studio dalla Romagna al capoluogo regionale. In tempi in cui il Governo nazionale taglia drasticamente i fondi al trasporto pubblico locale e ferroviario, mettendo a repentaglio la tenuta dell’intero sistema, noi non vogliamo arrenderci e intendiamo proseguire nel nostro impegno al fianco dei cittadini pendolari“.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

2 comments to Cancellazione dei treni tra la Romagna e Bologna. La Regione chiede con urgenza una soluzione a Trenitalia

  • Aggiornamento:
    come alcuni di voi già sanno, al posto del soppresso IC 608, verrà presto introdotto un treno regionale veloce che partirà da Rimini alle 6:15 ed arriverà a Bologna alle 7:30, con fermate intermedie a Cesena, Forlì e Faenza. Del costo necessario a garantire questo treno si farà completamente carico la Regione, per un importo di 600 mila euro.

    Per maggiori dettagli:
    ho provveduto a caricare (potete consultarlo a questo link: http://www.damianozoffoli.com/wp-content/uploads/2011/10/CRUFER__verbale_5-ottobre-2011.pdf) il verbale, redatto dal CRUFER, della riunione di venerdì scorso tra la Regione, Trenitalia e i comitati dei pendolari.

    In particolare, estrapolo, e riporto qui di seguito, alcuni passaggi:
    (…)
    PROPOSTA PER SUPPLIRE ALLA ELIMINAZIONE DI TRENI DELLA L.P. NELLA TRATTA BO-RN
    Questa soppressione del servizio, motivata da Di Ruzza come “poco redditizia”, impedisce di fatto agli utenti l’utilizzo della carta MMTT già pagata e per la quale se ne prevede il rimborso.
    La Regione ha tentato il ripristino di questa coppia di treni molto utilizzati dai pendolari romagnoli sia per la velocità nel collegamento (fermate intermedie a Cesena, Forlì, Faenza) sia per la possibilità di utilizzo con carta MMTT.
    La Regione, con difficoltà, si farà carico dello stanziamento dell’importo di 600.000 €, per garantire un nuovo regionale veloce Rimini – Bologna (con fermate intermedie a Cesena, Forlì e Faenza) con partenza da Rimini alle 6.15 ed arrivo a Bologna alle 7.30.Nella fascia serale sarà prolungato un treno proveniente da Milano fino a Rimini, con partenza alle 22.35 da Bologna ed arrivo a Rimini alle 23.50 (fermate a S. Lazzaro, Ozzano, Faenza, Forlì, Cesena) e composto da 8 carrozze MD.
    I nuovi servizi saranno fruibili a breve (si prevede un tempo massimo di circa 10 gg). A tale scopo la Regione inoltrerà apposita comunicazione.
    (…)
    Lara Cirielli e Pascale Buda riconoscendo alla Regione il merito per l’introduzione di un nuovo treno regionale veloce in sostituzione dell’IC soppresso d’iniziativa da Trenitalia, chiedono con forza di intervenire sulle tratte romagnole per le restanti problematiche e si impegnano ad inoltrare alla Regione nuovamente una nota con le richieste del caso.

  • lorenzograndi

    Ciao,
    segnalo un servizio per commentare i disservizi legati ai treni: http://www.statodelleferrovie.it
    Magari a qualcuno interessa.
    Saluti