Migliorare le cure per l’endometriosi

Una risoluzione per migliorare le cure dell’endometriosi, sottoscritta da tutti i Gruppi assembleari (prima firmataria la Consigliera Monica Donini), è stata approvata ieri, all’unanimità, dall’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna.

L’endometriosi è una malattia cronica complessa e dolorosa, che colpisce le donne, spesso in giovane età, alterandone non solo la salute, ma anche la fertilità.

È sicuramente una patologia invalidante, ma non riconosciuta come tale e purtroppo ancora sottostimata sia dal punto di vista clinico, sia degli effetti sulla qualità della vita delle donne che ne sono affette.

Per questo il documento impegna la Giunta regionale ad effettuare un confronto tra le strutture che hanno maggiore esperienza nella diagnosi e trattamento dell’endometriosi per concordare percorsi diagnostici-terapeutici (PDT) atti ad una diagnosi più tempestiva e per mettere a punto le informazioni da diffondere a consultori, ginecologici e medici di medicina generale.

La risoluzione chiede anche: di individuare i centri di riferimento regionali per il trattamento dell’endometriosi costruendo una rete secondo il modello hub&spoke; di valutare gli indicatori di qualità dell’assistenza e di promuovere linee guida appropriate sulla diagnosi e terapia dell’endometriosi.

In attesa di un provvedimento nazionale per l’esenzione della patologia, si impegna la Giunta anche a verificare l’ipotesi di uno o più pacchetti di prestazioni da inserire nel nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale, per rendere omogenei gli interventi a livello regionale e favorire l’accesso, rendendo più contenuta la partecipazione alla spesa da parte delle donne che ne sono affette.

È possibile scaricare il testo della RISOLUZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

2 comments to Migliorare le cure per l’endometriosi

  • Fringui

    Brava Monica Donini, sempre molto sensibile a queste tematiche.

  • gazzoni Idalgo

    Plaudo per questa iniziativa a favore delle donne affette da endometriosi,una malattia altamente invalidante sia dal punto di vista fisico che psicologico
    Dott. Gazzoni