Nato lo squacquerone di Romagna

Il riconoscimento della Dop (Denominazione di origine protetta) è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea

Dieci anni dopo la presentazione della domanda, lo squacquerone festeggia.

Si tratta di un riconoscimento delle ragioni e della storia di un vero mito di Romagna – commenta, con soddisfazione, il Consigliere regionale Damiano Zoffolitanto più importante oggi, in uno scenario dove i prodotti tipici danno al tempo stesso garanzie al consumatore e stabilità ai produttori. Un riconoscimento dovuto ai caseifici romagnoli e a tanti agricoltori e allevatori, per i quali questo genere di produzione rappresenta un indotto economico indispensabile”.

“Esprimo grande soddisfazione per un risultato, ottenuto dopo oltre dieci anni dalla presentazione della domanda da parte dell’associazione dei caseifici specializzati nella produzione, che riconosce l’unicità del territorio e la grande passione dei produttori che hanno saputo preservare le caratteristiche di un prodotto che, da moltissimi anni, si identifica con la Romagna”. Così l’Assessore regionale all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna Tiberio Rabboni ha commentato la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale europea della domanda di riconoscimento della denominazione di origine protetta “Squacquerone di Romagna”.

Trascorsi sei mesi, durante i quali gli Stati membri della Ue possono presentare osservazioni al testo approvato, anche questo formaggio sarà definitivamente iscritto nel registro europeo delle Dop e delle Igp.

“I tanti ostacoli incontrati durante la lunghissima procedura di registrazione – osserva Rabboni – ci hanno fatto comprendere la grande popolarità conquistata sul campo dallo Squacquerone di Romagna. L’attribuzione della Dop contribuirà a riportare al territorio ed ai caseifici che lo producono, nel rispetto del disciplinare, l’intero valore di un prodotto così immediatamente riconducibile alla Romagna e consentirà di consolidare la posizione di primissimo piano che la nostra Regione ha conquistato a livello nazionale ed europeo per il numero di prodotti Dop e Igp“.

Lo “Squacquerone di Romagna Dop” si potrà produrre in tutte le province romagnole, in provincia di Bologna e in parte di quella di Ferrara.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.