Concorsi di architettura, selezionato il progetto del Comune di Bagno di Romagna

Dalla Regione 50.000 euro per il progetto di rigenerazione urbana del borgo di San Piero in Bagno

Bagno di Romagna è tra i Comuni vincitori del bando regionale che ha stanziato 1 milione di euro per sostenere, attraverso lo strumento del concorso di architettura, il recupero di aree degradate o dismesse del tessuto urbano, con una particolare attenzione all’ambiente e alla qualità dello spazio pubblico, alla rigenerazione del patrimonio abitativo esistente, per invertire la tendenza all’espansione degli insediamenti urbani e al consumo di territorio.

La proposta, che riguarda il borgo di San Piero in Bagno, fa riferimento ad un piano complessivo di interventi che comprende anche il ripristino della piazza del mercato e dell’asse storico est-ovest, la riqualificazione dell’ambito fluviale del Savio e del Rio. Di questi, lo stralcio posto a concorso si riferisce alla riqualificazione di un’area circoscritta, tra via Marconi e Piazza San Francesco, posta a cavallo del fiume Savio e comprendente il restauro del Ponte dei Frati e un nuovo ponte viario e una pista ciclopedonale.

La proposta si innesta su un percorso di ascolto che il Comune ha da tempo attivato (in relazione alla formazione del Piano Strutturale) tramite l’Associazione “Il Faro di Corzano”, una sorta di consulta dei cittadini interessati alla valorizzazione del borgo.

Le proposte inviate alla Regione sono state complessivamente 105. Un nucleo di valutazione ha selezionato gli interventi di recupero ritenuti più idonei in base a parametri di qualità architettonica, urbana, ma anche paesaggistica, sociale e ambientale. Ora saranno proprio i Comuni a dover bandire, già nei primi mesi del 2012, i relativi concorsi di architettura, potendo contare su un contributo della Regione sia per quanto riguarda il concorso stesso, che per la successiva realizzazione dell’opera. Per quest’ultimo aspetto la Regione ha stanziato 5,5 milioni di euro per il 2012.

“Con questo bando la Regione Emilia-Romagna è tornata a investire sul concorso d’architettura – commenta il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione Territorio Ambiente Mobilità – uno strumento ancora troppo poco utilizzato nel nostro Paese, ma che invece può rivelarsi molto utile per promuovere e innalzare il livello del confronto sui temi, oggi sempre più centrali e trasversali, della qualità urbana. In questo modo vogliamo contribuire alla progettazione di città più vivibili, più accoglienti, più sicure, in cui la qualità dello spazio pubblico diventi essa stessa strumento di contrasto all’esclusione e all’emarginazione”.

È possibile scaricare il testo della DELIBERA di Giunta regionale cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

2 comments to Concorsi di architettura, selezionato il progetto del Comune di Bagno di Romagna

  • Enrico Mambelli

    buon giorno,

    sono un architetto della provincia di Forlì Cesena,
    esprimo il mio interesse alla partecipazione del concorso di architettura da voi promosso.

    in merito a quanto scritto sopra vi chiedo quando sarà possibile prendere visione del bando e partecipare al concorso.

    grazie.

    EM

    • Gentile Enrico,
      buongiorno.
      Come immagino avrà letto nel post, la Regione, alcuni mesi fa, ha predisposto un bando, per stimolare i Comuni ad utilizzare lo strumento del concorso di architettura per la realizzazione di progetti di riqualificazione urbana e ambientale, mettendo a disposizione complessivi 6,5 milioni di euro (per la realizzazione dei concorsi stessi e, soprattutto, per la successiva realizzazione delle opere).
      Il bando si è concluso qualche tempo fa, quando è stata pubblicata la nota qui sopra, e tra i 19 Comuni selezionati c’è anche quello di Bagno di Romagna.
      Come si legge nel testo “ora saranno proprio i Comuni a dover bandire, già nei primi mesi del 2012, i relativi concorsi di architettura”.
      La “palla”, quindi, da quel momento, è in mano ai Comuni vincitori che hanno programmato, in autonomia, le tempistiche per la realizzazione e indizione dei concorsi di architettura.
      Non so dirle con quali tempi (se non che devono farlo entro la fine del 2012, come richiesto dalla Regione).
      Le suggerisco, pertanto, di contattare direttamente l’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna (qui trova i riferimenti: http://www.comune.bagnodiromagna.fc.it/index.asp?m1_cod=154&m2_cod=282&a=1&w_tipo=D), in particolare nella persona dell’Assessore Stefano Gradassi, che avendo le deleghe all’Urbanistica e alla Qualità urbana, immagino stia seguendo, più da vicino, la cosa.
      Un caro saluto e buon lavoro,
      Damiano Zoffoli