Treni, confermati gli InterCity e ripristinate in due corse le fermate degli ES City della Romagna

Sulla tratta Milano-Rimini tutti gli ES City continueranno a fermare a Reggio Emilia e saranno ripristinate per due treni (il 9802 Ancona-Milano della mattina e il 9819 Milano-Bari del pomeriggio) le fermate di Faenza, Forlì e Cesena. Confermati, infine, gli IC nella tratta Bologna-Rimini. Sono alcune delle novità del nuovo orario ferroviario invernale di Trenitalia, in vigore da lunedì 12 dicembre, che la Regione anticipa.

Da informazioni parziali contenute sul sito di Trenitalia, gli ES City programmati da Milano a Rimini non avrebbero più effettuato le fermate di Reggio Emilia, Faenza, Forlì e Cesena. Un’ipotesi contro cui la Regione si è fortemente opposta: pur trattandosi di treni che non rientrano nel contratto di servizio, vengono comunque utilizzati da molti pendolari della Regione anche grazie alla carta “Mi Muovo tutto treno”.

Lo stesso Presidente Vasco Errani, nei giorni scorsi, ha scritto all’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, scongiurando in particolare la riduzione di importanti fermate nei treni di lunga percorrenza.

Da lunedì 12 è confermata, per tutti gli ES City della dorsale centrale Milano-Rimini, la fermata di Reggio Emilia.

Per quanto riguarda la Romagna, il treno ES City Freccia Bianca 9802 Ancona-Milano della mattina, oltre a Rimini (da dove parte alle 5.50), effettuerà anche le fermate di Cesena (6.07), Forlì (6.19), Faenza (6.29); mentre l’ES City Freccia Bianca 9819 del pomeriggio Milano-Bari fermerà, oltre che a Rimini, anche Faenza (18.05), Forlì (18.15) e Cesena (18.29).

Le notizie divulgate dall’Assessore regionale Alfredo Peri raccolgono l’apprezzamento dei Consiglieri regionali Pd romagnoli. Damiano Zoffoli, Thomas Casadei, Tiziano Alessandrini e Roberto Piva, tuttavia, chiedono “con forza un ulteriore sforzo alla Regione nella tutela dei cittadini-pendolari, bistrattati dalle scelte di Trenitalia”.

“Da informazioni parziali ricacate dal sito di Trenitalia – affermano i Consiglieri – si poteva leggere che gli ES City programmati da Milano a Rimini non avrebbero più effettuato le fermate di Reggio Emilia, Faenza, Forlì e Cesena: un’ipotesi che avrebbe messo in difficoltà le centinaia di persone che tutti i giorni viaggiano su quella tratta per motivi di studio o di lavoro e che già oggi devono affrontare notevoli disagi”.

La Regione, anche grazie all’intervento diretto del Presidente Errani, si è fermamente opposta a questi tagli che erano stati decisi, ancora una volta in modo unilaterala, da Trenitalia. Come più volte ribadito – concludono i Consiglieri – ci auguriamo che l’azienda non assuma più decisioni simili senza ascoltare i cittadini pendolari e le Istituzioni, e che cessi quanto prima una politica aziendale che spinge al ribasso tutti i servizi”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.