Prorogata, per tutto il 2012, l’esenzione dal ticket per disoccupati e cassaintegrati

Le misure anti-crisi comprendono anche farmaci di fascia C gratuiti per le famiglie in forte disagio economico-sociale

Foto CC by Jolene "Shieldkitten"La crisi economica non allenta la sua morsa, così la Regione Emilia-Romagna continua a sostenere le fasce di popolazione più colpite dalla crisi. In campo sanitario sono state prorogate per tutto l’anno 2012 le misure già in atto dall’estate 2009, per una spesa prevista di 1,5 milioni di euro. Lo ha stabilito, con propria delibera, la Giunta regionale nel periodo natalizio.

“I disoccupati, i lavoratori in cassa integrazione e le famiglie in situazioni di disagio – ha commentato il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – sono quelle che stanno pagano il prezzo più alto di questa lunga crisi economica. Questa delibera di Giunta permetterà loro di non dover tagliare sul bilancio familiare le spese relative alla salute”.

L’esenzione dal ticket riguarda i lavoratori residenti in Emilia-Romagna che hanno perso il posto di lavoro a partire dal 1° ottobre 2008, quelli che trovano in cassa integrazione straordinaria, ordinaria o in deroga, in mobilità o con contratto di solidarietà. Il beneficio dell’esenzione è esteso anche i famigliari a carico. Dal 1° agosto 2009 al 30 giugno 2011 ne hanno già usufruito quasi 59mila persone, per un importo di oltre 2 milioni di euro.

Per accedere all’esenzione è necessario compilare il modulo di autocertificazione del proprio stato occupazionale, ritirabile dagli uffici dell’Ausl al momento di fruire della visita o dell’esame. Coloro che hanno perso il lavoro devono essere in possesso della Dichiarazione di immediata disponibilità (Did), rilasciata dal Centro per l’impiego, presente in ogni provincia, ed essere in attesa di occupazione. Per i lavoratori in mobilità è necessario anche essere iscritti nelle liste di mobilità ed essere in possesso di Dichiarazione di immediata disponibilità.

La distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C riguarda, invece, i componenti di famiglie in situazioni di estremo disagio sociale individuate o in carico ai Servizi sociali dei Comuni. Questi farmaci, indicati nei prontuari delle Aziende sanitarie, sono distribuiti direttamente dalle farmacie interne delle Ausl. Dal 1° agosto 2009 al 30 giugno 2011 ne sono stati erogati per quasi 41mila euro.

Per informazioni ci si può rivolgere al numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna 800-033033, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30. Informazioni possono essere consultate anche sul portale Internet Saluter (www.saluter.it).

È possibile scaricare il testo della DELIBERA di Giunta cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.