Danni neve, risoluzione bipartisan per chiedere aiuto al Governo

L’emergenza neve supera gli steccati delle divisioni di partito: Consiglieri compatti nella richiesta di sostegno agli Enti Locali colpiti, per far fronte ai costi dell’emergenza maltempo e al ripristino dei danni

“Un aiuto concreto per gli Enti Locali delle Province romagnole colpite dall’emergenza neve”. Questo, in sintesi, è il contenuto della risoluzione, sottoscritta dai Consiglieri regionali Tiziano Alessandrini, Luca Bartolini, Thomas Casadei, Monica Donini, Marco Lombardi, Roberto Piva e Damiano Zoffoli, che impegna la Giunta regionale nell’opera di sostegno dei Comuni che, dopo la neve delle scorse settimane, oggi sono alle prese con il ripristino di condizioni di normalità.

Nel documento “si invita la Giunta a proseguire nella richiesta, all’Unione Europea, per l’attivazione della Misura 126 del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, che riguarda il ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali, sulla scorta dei dati elaborati dalle Amministrazioni provinciali interessate” e si chiede al Governo nazionale “di adeguare tempestivamente la dotazione del Fondo di solidarietà nazionale, nella misura necessaria per dare risposte alle aspettative ed ai bisogni delle imprese danneggiate”.

“I Consiglieri – si legge nel testo della risoluzione – chiedono inoltre che il Governo sostenga gli Enti Locali per i maggiori costi già sostenuti per l’emergenza e quelli necessari per il ripristino di strade ed infrastrutture pubbliche. Contemporaneamente, i Comuni e le Province interessate potrebbero essere sostenute escludendo, dal calcolo relativo al raggiungimento del Patto di Stabilità, le spese straordinarie determinate dal maltempo”.

“La recente straordinaria ondata di maltempo, che ha pesantemente colpito l’entroterra romagnolo, – concludono i Consiglieri – oltre ai disagi temporanei, inevitabilmente porterà con se anche conseguenze di più lungo periodo, dannose per l’economia del territorio e per i bilanci già provati dai tagli agli Enti locali. È per questo motivo che occorre intervenire, e farlo con urgenza”.

È possibile scaricare il testo della RISOLUZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.