Passi avanti per la Banda larga in provincia di Forlì-Cesena

Copertura totale entro fine 2013, ma già dai prossimi mesi in collina aumenteranno le centrali coperte o potenziate

Modem PortsPasso dopo passo il divario digitale si restringe. L’obiettivo finale della Regione è quello di dotare tutti i cittadini di una connessione Internet a banda larga della velocità di almeno 2 Megabit per secondo entro la fine del prossimo anno. Un traguardo non facile se si tiene conto che raggiungere le case più lontane, in collina e in montagna, non è agevole e, per gli operatori, nemmeno conveniente dal punto di vista economico. Per questo l’intervento del settore pubblico è indispensabile. L’utilizzo di una linea Internet veloce infatti, è ormai una necessità primaria tanto per le aziende quanto per i cittadini.

Giovedì scorso la Regione Emilia-Romagna, la società Lepida, suo “braccio operativo” per la banda larga, e Telecom Italia hanno firmato un memorandum comune valido per i prossimi tre anni. L’accordo interesserà 70 centrali telefoniche della regione e, per ampliare ulteriormente i collegamenti, prevede anche l’utilizzo delle future reti cellulari di quarta generazione (Lte, tecnologia che a breve prenderà il posto dell’Umts).

“L’accordo firmato giovedì – commenta il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – è solo l’ultimo di una lunga serie di atti messi in campo dalla Regione per garantire un accesso a Internet veloce a tutti i cittadini. Iniziative che hanno fatto scendere il digital divide in provincia di Forlì-Cesena dal 12 per cento del 2007 al 9,8 del 2011. Ora, queste nuove ulteriori misure estenderanno il servizio Adsl in diversi comuni del forlivese e del cesenate già entro la fine di questo anno”.

Secondo i piani, messi a punto da Regione e Lepida in accordo con la Provincia di Forlì-Cesena, in alcune zone sarà estesa la copertura Adsl sul territorio, mentre in altre già coperte dal servizio sarà potenziata la banda disponibile in centrale, aumentando così la velocità di trasmissione e il numero di utenti connessi.

Nel primo caso saranno interessati il comune di Montiano e la frazione Boscarelle, tra il comune di Bagno di Romagna e quello di Santa Sofia. Nel secondo, Lepida interverrà nel forlivese a Tredozio, San Colombano, Civitella, Cusercoli, Modigliana, Santa Sofia e, nel cesenate, a San Piero in Bagno e Longiano. Nel comune di Modigliana, invece, verranno effettuati entrambi gli interventi.

La fibra ottica di Lepida raggiungerà poi le sedi istituzionali dei Comuni di Montiano, Sogliano al Rubicone e Verghereto, oggi coperti da servizi in tecnologia Hdsl, e da qui potranno diramarsi dei punti di accesso locali (Pal).

L’infrastruttura a fibra ottica poi, che oggi raggiunge San Piero in Bagno, sarà prolungata fino ad Alfero di Verghereto con fondi del Piano di sviluppo rurale.

Nelle colline forlivesi, verranno portate a compimento le infrastrutture wireless per coprire con la banda larga senza fili le frazioni di Portico di RomagnaBocconi e San Benedetto in Alpe (il fornitore dei servizi sarà scelto a breve), mentre alcune frazioni di Premilcuore e, nel cesenate, Verghereto, saranno coperte dalla futura “Dorsale radio sud” in corso di progettazione sul crinale appenninico.

In un secondo tempo, e comunque entro la fine del 2013, la rete Wireless per il trasporto di banda sarà estesa per raggiungere le frazioni di Trivella, Predappio Alta, San Cassiano, San Savino e Tontola nel comune di Predappio.

È possibile scaricare il testo della DELIBERA di Giunta cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

14 comments to Passi avanti per la Banda larga in provincia di Forlì-Cesena

  • maria macheda

    buongiorno, mi chiamo maria macheda e sono coordinatrice del quartiere di san leonardo di forli.
    sono anche consigliera di maggioranza nella circ. 3 del comune di forli
    parliamo tanto di rete internet, ma non dimenticatevi sia in regione che in comune che ci sono ancora zone non coperte da tale servizio.
    e qui la beffa, nella via lumiere di forli, c’è una grande zona artigianale e commerciale priva di tale servizio, questo serve a queste imprese per sviluppare il loro servizio commerciale visto che oggi si lavora solo con la rete.
    cosa facciamo per questa zona? sono tutti molto arrabbiati e sfiduciati!
    se mi volete contattare vi spiego meglio la situazione
    3332091024
    cordiali saluti
    maria macheda

  • Alberto

    Buongiorno Damiano,
    sono Alberto Assessore del Comune di Verghereto.
    Ti devo contraddire riguardo all’affermazione che hai scritto sopra: … la fibra ottica raggiungerà i Comuni di … e Verghereto…
    Questo non è vero perchè Lepida si è arresa nella lotta contro Telecom per utilizzare la fibra già esistente da Bagno di Romagna – Verghereto e per attivare la centrale, la sede del Comune verrà coperta in WIFI attraverso la dorsale Sud, quindi con una banda di 100Mbit non sicuramente sufficiente per il PAL o per altri servizi forniti da Lepida stessa.
    Ti chiedo quindi di ratificare il comunicato.
    Grazie.
    Alberto Moretti

    • Caro Alberto,
      scusa se ti rispondo solo ora.
      Ma, a seguito delle tue osservazioni, ho voluto riverificare tutta la documentazione a mia disposizione (da cui avevo poi ricavato gli elementi per scrivere il post qui sopra).
      Ti confermo che le informazioni che hai letto su questo sito, parte di una delibera della Giunta regionale (scaricabile a fine articolo), sono assolutamente ufficiali.
      Dici il giusto quando affermi che Lepida non utilizzerà la fibra ottica già esistente di Telecom Italia. Salti però un passaggio. Proprio per questo fatto, l’indisponibilità della fibra Telecom, la delibera prevede che la Provincia di Forlì-Cesena metta a disposizione le proprie infrastrutture civili permettendo a Lepida di stendere nuova fibra ottica, per procedere poi all’accensione del servizio in municipio con l’attivazione di un Punto di accesso alla Rete Lepida (Pal).
      L’operazione non si preannuncia delle più economiche. Per questo è in corso un’analisi di fattibilità tecnico-economica, ossia una valutazione delle esatte opere necessarie e di quanto possano ammontare precisamente gli oneri a carico di Regione e Provincia.
      Se Provincia e Regione dovessero “alzare bandiera bianca”, valutando l’intervento come troppo dispendioso nell’immediato, la sede municipale sarà raggiunta in Wifi attraverso dei “rilanci” della Dorsale Sud. Con l’obiettivo, comunque, di raggiungere il Municipio in fibra ottica al reperimento dei fondi necessari. Il collegamento Wifi per il municipio dunque sarà solo temporaneo, il collegamento in fibra resta nei piani.
      Diverso il discorso per le frazioni del Comune (Alfero esclusa, grazie ai fondi del PSR) per le quali è previsto da subito il solo collegamento alla Dorsale Sud.
      Questo è quanto posso dirti e confermarti, almeno dalle informazioni che sono ad oggi in mio possesso.
      Sarà mia cura tenerti aggiornato degli sviluppi.
      Un caro saluto e buona giornata,
      Damiano Zoffoli

  • Giuseppe

    buongiorno mi chiamo Giuseppe e vivo a Modigliana.
    volevo sapere gentilmente, se era possibile, in che mese incominceranno i lavori a Modigliana riguardanti le centrali telefoniche sature da quasi tre anni.
    grazie e distinti saluti

    • Gentile Giuseppe,
      dalla documentazione in mio possesso, e dalle verifiche effettuate, non è possibile, ad oggi, mettere nero su bianco una data di inizio lavori certa sulle centrali di Modigliana. La buona notizia, comunque, è che l’intervento sarà completato al più tardi entro il prossimo anno.

      A livello di banda larga Modigliana prima di tutto soffre, come ricorda, di centrali telefoniche sature. Gli interventi messi in campo mirano a desaturare e potenziare tanto la centrale principale di Modigliana quanto (mediante nuove attivazioni) quella situata in zona via Violano. Questo grazie all’affitto di fibre ottiche a Telecom lungo la rete realizzata dalla Provincia.

      Sarà mia cura aggiornarla sugli sviluppi della vicenda.
      Buona giornata!
      Damiano Zoffoli

  • Paolo Liverani

    Buongiorno Consigliere Zoffoli,
    grazie innanzitutto per le informazioni che ha fornito sino ad ora.
    Vivo anche io a Modigliana come Giuseppe e ho partecipato a diversi incontri, sia in Comune che in Provincia, sulla problematiche delle reti dati a Modigliana.
    Purtroppo quello che ho sentito sino ad ora sono sempre state indicazioni di massima dei piani di Telecom e anche in questo caso mi sembra che la cosa sia abbastanza generica.
    E’ possibile che non si riesca ad ottenere da Telecom un piano dei lavori dettagliato per i prossimi 18 mesi?
    Tra l’altro Modigliana ha una parte non trascurabile di abitanti (e di attività produttive) che non sono a ridosso del centro per cui non potevano essere serviti anche prima che la centrale fosse satura.
    E’ prevista una copertura anche al di fuori del centro abitato?
    Grazie per l’attenzione e cordiali saluti

    • Gentile Paolo,
      Telecom non fornisce di norma piani dettagliati in merito ai suoi interventi.
      Ora che l’accordo è operativo, però, l’operatore dovrà rendere conto periodicamente alla Regione e a Lepida.
      Nel momento in cui ci sarà la prossima verifica comune sarà mia cura darne notizia su questo sito e tramite la mia newsletter settimanale.
      Per quanto riguarda, invece, i lavori di competenza di Lepida e della Provincia, sono in corso, proprio in questi giorni (ho verificato presso gli uffici a seguito della sua mail), sopralluoghi per la posa della fibra ottica nei comuni indicati nell’articolo. La data ultima di conclusione degli interventi resta confermata, al più tardi, entro fine 2013.
      Ridurre il digital divide è una battaglia dura, ma ti assicuro che, per quanto nelle mie possibilità, non smetterò di impegnarmi su questo fronte!
      Buona giornata,
      Damiano Zoffoli

  • valdimiro mantellini

    buonasera.
    mi chiamo Mantellini Valdimiro abito a Terra Del Sole (FC) e ho grossi problemi per internet.
    volevo chiedere se con la banda larga arrivate fino quì.
    molte grazie.

    • Gentile Valdimiro,
      a quanto mi segnalano gli uffici le linee veloci raggiungono oggi il comune di Castrocaro con una velocità di 7 Mbps. E’ previsto comunque a breve un potenziamento della centrale telefonica. Entro la primavera del 2013 le linee di Castrocaro dovrebbero essere potenziate e decongestionate, con un’offerta di Adsl fino a 20 Mbps.

      Buona giornata,
      Damiano Zoffoli

  • Angela Bertozzi

    Da tempo seguo sul suo sito le sue attività. Riguardo alla connessione Internet a banda larga mi chiedo se i progetti, oltre a riguardare le zone collinari, comprendano le varie zone periferiche di Forlì che ancora non possono contare sulla linea ADSL. La zona di cui le riferisco è Villagrappa, dove mi sono trasferita da pochi anni; mai avrei pensato di non poter contare sulla connessione!
    Anche altri quartieri hanno le stesse problematiche, ad esempio Vecchiazzano. A livello di quartiere si sta predisponendo una petizione, mentre Vecchiazzano ha già provveduto. Mi chiedo se quest’anno i progetti in corso tengano conto di queste zone, dal momento che Telecom sta facendo investimenti… Se restiamo fuori in questa occasione: addio adsl!
    La prego di darci notizie in merito, per me, come per tanti altri, internet è indispensabile…
    La ringrazio per l’attenzione.
    Angela Bertozzi

    • Gentile Angela,
      i progetti della Regione e di Lepida riguardano in primo luogo le zone del tutto prive di collegamento a banda larga, per questo si concentrano nelle zone collinari e montane.
      A Forlì, a quanto mi risulta, la situazione è critica in diverse zone (specie a nord della ferrovia, vedi Roncadello o Villafranca), ma più per saturazione di banda che per mancato collegamento. Certo, per l’utente finale cambia poco: che risulti non coperto o teoricamente coperto ma privo di banda, non può comunque accedere all’Adsl.

      Venendo al suo caso specifico, la frazione di Villagrappa risulta coperta in parte dalla centrale di Villanova (che sembrerebbe non presentare problemi sulla carta) e in parte da quella di Cava (satura e con nessun intervento di potenziamento programmato a breve).

      Lepida non ha in programma ad oggi di intervenire sul comune di Forlì, ma resta valido l’obiettivo della Regione di garantire a tutti i cittadini un collegamento a banda larga (almeno 2 Megabit) entro la fine dell’anno. Nel caso Telecom non mettesse mano alle proprie centrali entro la fine del 2013, allora la Regione dovrà intervenire per rendere effettivo quanto promesso.

      Buona giornata,
      Damiano Zoffoli

  • mirela fistic

    buonasera
    volevo sapere se per i citadini del quartiere Carpena esiste ancora la possibilità di avere la connessione ADSL visto che non c’è posto in centrale a Forlì…
    come dobbiamo fare, siamo senza ADSL e molti di noi lavorano da casa?
    grazie

    • Gentile Mirela,
      al momento, a quanto mi risulta, la situazione a Carpena (come in altri quartieri) prevede una copertura a macchia di leopardo.
      Connesse in gran parte alla centrale telefonica di San Martino in Strada, alcune numerazioni della frazione dispongono di Adsl mentre altre non possono richiedere la banda larga. In casi come questo tutto è in capo alla Telecom e alle sue decisioni.

      Per il resto, rimangono valide le considerazioni già espresse nei miei precedenti commenti. I progetti della Regione e di Lepida riguardano in primo luogo le zone del tutto prive di collegamento a banda larga, come le zone collinari e montane. Resta comunque valido l’obiettivo della Regione di garantire a tutti i cittadini un collegamento a banda larga (almeno 2 Megabit) entro la fine dell’anno.
      Damiano Zoffoli