Matteo Renzi a Cesenatico – VIDEO

Più di cinquecento persone ieri sera a Cesenatico per ascoltare il sindaco di Firenze Matteo Renzi al bagno Marconi.

Al termine della presentazione del suo libro, e delle sue idee per l’Italia, Renzi è stato “rapito” dalla folla per più di un’ora, tra dediche, foto e discussioni.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:

4 comments to Matteo Renzi a Cesenatico – VIDEO

  • marco guiduzzi

    Serata indimenticabile: la politica può ancora stupire e attirare i giovani!
    Un grande successo per Matteo Renzi e per Damiano Zoffoli.
    Un festival delle nuove idee al servizio della politica.

  • Fringui

    Personalmente lo apprezzo, ma sono rimasta perplessa da alcune cose. La prima è il fatto che sia stato accolto come una rockstar, con gente che voleva farsi fotografare con lui e farsi autografare il libro (che diciamo la verità, mentre ‘Fuori’ poteva avere un senso, questo ce l’ha molto meno …). Dunque a Firenze non può girare liberamente per la strada? mah!

    Da giornalista rilevo poi che è molto facile fare i monologhi senza alcun contradditorio o interventi dal pubblico, trattato in quell’occasione da mero spettatore. Anzi, le domande se le è fatte da solo! Stesso copione di quando è venuto a Cesena. In futuro, se verrà un’altra volta dalle nostre parti, spero venga cambiata la formula dell’incontro, non incentrata esclusivamente su di lui, ma sul confronto con il pubblico.

  • giorgio lombardi

    In politica dovrebbero emergere persone che prima di ricevere incarichi istituzionali hanno dimostrato il loro valore :umano e professionale nella societa’.
    Se non erro il Pontificatore Renzi non e’ molto diverso da quelli che vuole rottamare , se si escludono i periodi nei quali ha svolto il ruolo di Sindaco a FI e prima di Presidente della Provincia di FI (uno degli Enti più inutili e che meritano interamente la rottamazione)non restano periodi in cui abbia lavorato con particolare successo per una normale azienda o ente pubblico .
    Qundi da che pulpito arriva l sua predica ?
    Se si dovesse rendere operativa la sua proposta lui sarebbe certamente fra coloro che vanno rottamati!!!

    • Mi sembra una valutazione molto ingenerosa.
      Innanzitutto perché Matteo, per fare il Sindaco, è stato democraticamente eletto (e non nominato!), guadagnandosi la fiducia di migliaia di cittadini, che evidentemente lo hanno ritenuto idoneo a svolgere un ruolo di tale rilievo, in una città complessa come quella di Firenze.
      Mi risulta poi che, prima di fare il Presidente della Provincia, abbia lavorato in un’azienda privata, come dirigente.
      Ma, aldilà di questo, mi sembra che il criterio di cosa si è fatto prima, non sia valido in assoluto.
      Provo a spiegarmi.
      Nell’attuale Parlamento ci sono tanti imprenditori e professionisti che sono stati bravissimi nei loro mestieri, ma come politici non sono riusciti a fare granchè. E viceversa.
      Concordo certamente su un punto: la politica non deve diventare un mestiere se, con mestiere, si intende fare sempre e solo politica, per tutta la vita.