Dalla Regione arrivano i fondi per le Unioni tra Comuni

Alla Provincia di Forlì-Cesena quasi un milione per garantire la qualità dei servizi pubblici a cittadini, imprese e territorio

Savignano sul RubiconeQuasi un milione di euro alla Provincia di Forlì-Cesena per aiutare le Unioni dei Comuni a erogare servizi a cittadini, imprese e territorio e a rafforzare l’attività della polizia municipale e la copertura telematica.

La Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha trasferito 9 milioni di euro provenienti da risorse statali e proprie alle forme associative (Unioni dei Comuni), allo scopo di ridurre le differenze tra le varie zone dell’Emilia-Romagna; di questi, 979.045 euro andranno alla Provincia di Forlì-Cesena.

“Promuovere le forme associative tra Comuni e, laddove possibile, anche le fusioni, serve a mantenere la quantità e la qualità dei servizi pubblici a persone, imprese e territorio nonostante i minori trasferimenti del Governo agli enti locali – spiega il consigliere regionale Damiano Zoffoli –. Questi interventi favoriranno l’associazionismo e la gestione associata di servizi tra Comuni e sosterranno politiche attive sul territorio, dando un forte sostegno al lavoro e alle imprese”.

Nel dettaglio, alla Comunità montana – Unione dei Comuni dell’Appennino Cesenate arriveranno 152.675 euro; alla Comunità montana dell’Appennino Forlivese arriveranno 271.183 euro; all’Unione dei “Comuni del Rubicone” tra i Comuni di Gatteo, S. Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone andranno 227.117 euro e all’Unione montana “Acquacheta – Romagna Toscana” dei Comuni di Dovadola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano e Tredozio andranno 328.068 euro.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.