Energia pulita per le imprese: fondi in arrivo a tassi agevolati

Solar PanelsLa competitività delle imprese passa anche dall’energia: quanta ne usano, come la usano, in special modo che tipo d’energia usano. Per questo la Regione ha approvato un nuovo fondo rotativo per il finanziamento della green economy. Il plafond di 23,75 milioni di euro, da fondi europei e privati, permetterà alle aziende di aumentare l’efficienza energetica e il ricorso alle fonti rinnovabili, per autoconsumo e non. Premiate anche le tecnologie in grado di ridurre i consumi energetici da fonti tradizionali, oltre che la nascita di nuove imprese operanti nel settore della “economia verde”.

“Investire sull’energia pulita – commenta il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – ha benefici sull’ambiente, certo, ma è anche una buona semina per l’avvenire di tanti settori. Per il nostro futuro è importante abbandonare al più presto i combustibili fossili, retaggio dell’ottocento. E per un’impresa il vantaggio di investire nelle energie rinnovabili è doppio: stimola l’azienda a ripensare i propri processi, aumentando la produttività, e favorisce l’intero comparto delle energie pulite”.

Le domande per accedere al fondo, gestito dai Confidiregionali Unifidi-Fidindustria, potranno essere presentate, a partire da marzo, dalle piccole e medie imprese con produzione localizzata in Emilia-Romagna e operanti nei settori dell’industria, artigianato o servizi alla persona.

I finanziamenti, per un massimo di 4 anni, possono andare da 75mila a 300mila euro per progetto, il 40 per cento messi a disposizione da fondi europei (9,5 milioni dall’Asse 3 del Por Fesr 2007-2013) e il 60 per cento dagli istituti di credito.

Il tasso sarà pari all’Euribor maggiorato di tre punti percentuali, in questo modo il Taeg, ad oggi, sarebbe del 3,25 per cento circa.

Lo strumento dei consorzi fidi si conferma dunque, ancora una volta, in grado di garantire credito alle imprese in tempi difficili e di riuscire a farlo a tassi “umani”. A testimoniarlo sono i numeri: nel corso del 2011 Unifidi e Fidindustria hanno erogato 1139 milioni di euro (tra fondi di cogaranzia, prestiti partecipativi e altri strumenti messi in campo dalla Regione) a 14mila e 500 imprese. Mentre nei primi 10 mesi del 2012 il dato è pari a 800 milioni di euro di finanziamenti.

La modulistica per le domande di finanziamento sarà a disposizione sul sito www.fondoenergia.eu, a partire dal mese di febbraio.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.