I primi rimborsi per le spese del nevone arrivano dalla Regione

Il Genio Alpini arriva a Luzzena - Foto Corriere CesenateLo scorso anno l’eccezionale “nevone” mise a dura prova Comuni e Province romagnole. Non tanto e non solo sotto l’aspetto logistico, quanto su quello finanziario. Tra spazzaneve aggiuntivi, danni vari e ripristino di strade e segnaletica, gli enti locali hanno dovuto anticipare di tasca loro ingenti somme. Lo Stato, dopo le prime promesse, non ha stanziato alcun finanziamento per coprire i buchi lasciati dall’emergenza.

Allo Stato cerca di sostituirsi, nel suo piccolo, la Regione che ha messo sul piatto un primo stanziamento di 367mila euro per la provincia di Forlì-Cesena. Di questi, 171mila 350 euro andranno al territorio cesenate (Comunità montana – Unione di Comuni dell’Appennino Cesenate) e 196mila e 400 euro nel forlivese (Unione Montana Acquacheta Romagna Toscana e Comunità montana dell’Appennino Forlivese).

“Si tratta di una boccata di ossigeno per le amministrazioni locali alle prese con le difficoltà economiche di gestione della nostra montagna, specie quando nevica. – commenta il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – Queste risorse andranno alle nostre Unioni e Comunità montante per far fronte, tra le altre cose, alle forti nevicate dell’anno scorso. La decisione è stata assunta dalla Vicepresidente e assessore alla montagna, Simonetta Saliera: a oggi la Regione è l’unica istituzione che ha aiutato le comunità locali con risorse proprie per sostenere i costi della gestione delle montagna. In questo modo si conferma l’impegno dell’amministrazione di centrosinistra per ridurre le diseguaglianze tra montagna e pianura e per dare a tutti i cittadini e a tutte le imprese le stesse opportunità di qualità di vita”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.