Strade più sicure grazie ai nuovi finanziamenti

Più di 7 milioni di euro per ridurre numero ed effetti degli incidenti stradali in Emilia-Romagna.

Incidente di percorsoCon il quarto e quinto programma di attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale (Pnss) la Regione si appresta a distribuire il finanziamento statale (complessivamente 7.438.132,70 euro) a Comuni e Province che, in forma singola o associata, avranno novanta giorni di tempo dalla pubblicazione del bando sul Bur per presentare i propri progetti. La quota percentuale massima di cofinanziamento è del 50%.

“La Regione è stata chiamata ad individuare le priorità di intervento su cui destinare i fondi – spiega il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – e la scelta è caduta sulle aree urbane, dal momento che il fenomeno dell’incidentalità è più elevato all’interno degli abitati. Pur essendosi dimezzato, negli ultimi anni, il numero complessivo dei morti negli incidenti stradali, ed essendo diminuito del 27% quello dei feriti, sono tuttavia in aumento gli episodi che vedono coinvolti pedoni e ciclisti. In tema di sicurezza stradale la nostra Regione detiene un triste primato, per cui c’è ancora molto da lavorare”.

Ed infatti il programma di attuazione approvato dalla Regione punta prioritariamente sulla realizzazione di piani pilota per la valorizzazione delle aree urbane, elevandone i livelli di sostenibilità e di sicurezza nella mobilità.

I piani pilota dovranno dunque garantire la moderazione del traffico veicolare privato, la messa in sicurezza della mobilità pedonale e ciclabile, il miglioramento dell’accesso al trasporto pubblico e lo sviluppo dell’intermodalità, la riduzione delle velocità di percorrenza e la conseguente riqualificazione degli spazi pubblici. E dovranno articolarsi facendo riferimento a misure di regolamentazione del traffico, creazione e completamento di aree e percorsi protetti e riservati (sia ciclabili che pedonali), messa in sicurezza di percorsi casa-scuola e casa-lavoro, utilizzo dei dispositivi di “traffic calming”, riordino urbanistico, delle fermate del trasporto pubblico e della segnaletica.

Un’altra linea di finanziamento riguarda gli interventi di controllo integrato e coordinato previsti dagli articoli 186 e 187 del Codice della Strada, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del rischio nella popolazione e ridurre l’incidentalità correlata allo stato psico-fisico del conducente.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Servizio viabilità della Regione (tel. 051 5273948; 051 5273233).

È possibile scaricare il DISCIPLINARE di ACCESSO ai FINANZIAMENTI cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.