In arrivo nuove risorse per la difesa del suolo

44,8 milioni di euro per la manutenzione e la sicurezza territoriale: 12 milioni di euro per il Nevone.

Frana al CornioloAnche in questa fase di difficoltà e stallo in cui si trova il Paese, non mancano, ogni tanto, le buone notizie. Il 23 marzo scorso, il presidente del Consiglio dei ministri Mario Monti ha firmato il decreto che, in base alla proposta della Protezione civile, ripartisce i 250 milioni di euro stanziati dalla legge di stabilità 2013 tra le regioni colpite dagli eventi alluvionali del novembre 2012.

“Grazie a queste risorse – spiega il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione Territorio Ambiente – la Regione darà il via ad un piano straordinario per la manutenzione e la sicurezza del territorio dell’Emilia-Romagna”.

Nel dettaglio, il piano di riparto, concordato dalle Regioni interessate ed esaminato dalla Conferenza delle Regioni, assegna 8,8 milioni di euro all’Emilia-Romagna che saranno destinati alle zone dell’appennino emiliano e della costa romagnola.

“Questi fondi – continua Zoffoli – si vanno ad aggiungere agli oltre 24 milioni di euro che sono stati recentemente sbloccati dal Ministero dell’ambiente per l’attuazione dell’accordo di programma in materia di mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico. La nostra Regione sta inoltre proseguendo nel suo lavoro col Governo per ottenere, il più velocemente possibile, il trasferimento di ulteriori risorse per il Nevone. Come preannunciato dall’Assessore Gazzolo siamo infatti in attesa di oltre 12 milioni da destinare alle zone della Romagna gravemente colpite dalle nevicate del febbraio 2012, che hanno messo in seria difficoltà gli Enti locali del territorio”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.