Nuovi bus ecologici in arrivo per il trasporto pubblico

Alla Romagna destinati 10 mezzi di nuova generazione: 9 autobus a metano e 1 filobus.

Un vecchio bus Fiat 418 a Forlì - foto by Giokai421Rottamazione in vista per i vecchi autobus romagnoli. I mezzi di Start Romagna immatricolati da più di 15 anni saranno sostituiti a breve da 10 bus di nuova generazione, finanziati al 50 per cento con fondi regionali.

“Negli ultimi anni l’importanza di un buon sistema di trasporto pubblico – commenta il consigliere regionale Damiano Zoffoli – si è fatta sempre più evidente. I mezzi pubblici riducono il traffico, aiutano l’ambiente e possono dare una mano a cittadini stretti tra il caro benzina e la crisi economica. Questi nuovi bus, oltre che amici dell’ambiente, garantiranno agli utenti un maggiore comfort”.

La ripartizione dei contributi tra le aziende di trasporto pubblico emiliane e romagnole, per una spesa complessiva di 19 milioni di euro, è stata votata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale. I fondi regionali copriranno metà della spesa per il rinnovo dei veicoli. Saranno 62 i nuovi mezzi pronti a entrare in servizio in Emilia-Romagna sostituendo bus vecchi di almeno 15 anni e in servizio da almeno 10 anni.

L’azienda Start Romagna, che con le sue linee serve le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, riceverà 3,63 milioni di euro per l’acquisto di 9 nuovi bus a metano (lunghi dagli 8 ai 12 metri, costo stimato 290mila euro a mezzo) e un filobus da 18 metri per il riminese (costo stimato 840mila euro).

Il numero di nuovi mezzi e i contributi per l’acquisto sono stati calcolati sulla base dei veicoli circolanti (560 in Romagna), dei chilometri percorsi ogni anno (più di 25 milioni) e della popolazione esposta a livelli di Pm10 superiori al limite di legge: “Si è tenuto conto dell’accordo regionale di programma sulla qualità dell’aria 2012-2015 – aggiunge Zoffoli – rilevando come in Romagna la popolazione esposta a valori di Pm10 elevati sia pari al 17,54 per cento del totale regionale. Da questo punto di vista gli autobus non sono la panacea di tutti i mali, ma in una zona come la pianura Padana, tra le più inquinate d’Europa, nessuna azione utile a garantire aria un po’ più pulita dev’essere trascurata”.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.