La Regione sblocca 4 milioni di euro per il territorio di Forlì-Cesena

Forex Money for Exchange in Currency BankA livello centrale lo Stato sta finalmente sbloccando i pagamenti arretrati dovuti alle imprese dalla Pubblica amministrazione. Una boccata d’ossigeno per molte aziende.

Ma sul territorio la Regione Emilia-Romagna non è da meno. E non da oggi. È dal 2010 che, grazie ad una legge regionale, la Giunta libera potenzialità di spesa tra i Comuni e le Province per far sì che, allentando il patto di stabilità, gli Enti locali siano in grado di pagare i fornitori.

L’ultima tornata di questo riparto vede 4 milioni sbloccati per il territorio di Forlì-Cesena sui 27 messi a disposizione a livello regionale. A Cesena, per fare un esempio, si libereranno quasi 373mila euro.

“È importante che in un momento difficile come quello che stiamo attraversando i Comuni e le Province della nostra regione possano spendere le risorse che hanno in cassa per pagare i fornitori e fare investimenti capaci di sostenere le imprese e i lavoratori – commenta il Consigliere regionale Damiano Zoffoli –. Il Governo ha infatti scaricato tutti i vincoli più odiosi e limitativi su Regioni, Comuni e Province, nonostante il 93 per cento del debito pubblico sia prodotto dallo Stato centrale e solo il 7 per cento dagli Enti locali”.

Complessivamente, nel biennio 2010-2012, la Regione ha sbloccato 300 milioni di euro (altrimenti destinati al debito pubblico nazionale). Entro fine maggio poi, sulla base delle esigenze espresse dagli Enti locali, arriveranno sui territori altri 62 milioni di euro.

Di seguito, il dettaglio del recente riparto per il territorio di Forlì-Cesena:

Comune Potenzialità liberata (in euro)
Bagno di Romagna 78.956,71
Bertinoro 303.854,74
Castrocaro Terme e Terra del Sole 37.121,76
Cesena 372.908,51
Cesenatico 163.620,06
Forlì 452.252,06
Forlimpopoli 210.810,89
Gatteo 124.939,09
Longiano 44.451,97
Meldola 9.921,24
Predappio 21.933,09
Savignano sul Rubicone 72.987,31
Provincia di Forlì-Cesena 2.170.866,26
Totale 4.064.623,69

 

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.