Grandinata nel territorio cesenate, intervenire con urgenza

“Sostenere gli agricoltori colpiti dalle calamità”, presentata un’interrogazione in Regione.

Dopo la pesante grandinata che, nel pomeriggio di sabato 11 maggio, ha duramente colpito alcune località del territorio cesenate (da Borghi a Cesenatico, passando per Longiano e Gambettola; da Sogliano a Roncofreddo, fino a Ponte d’Uso), provocando cospicui danni all’agricoltura, la Regione Emilia-Romagna dovrebbe “intervenire attraverso i Consorzi fidi perché siano attivati prestiti agevolati a favore delle imprese danneggiate, per le necessità derivanti dalle perdite di prodotto”.

A sostenerlo, in una interrogazione alla Giunta, è Damiano Zoffoli, che chiede all’esecutivo regionale anche di “intervenire presso il Servizio provinciale agricoltura affinché lo stesso provveda ad una rapida delimitazione del territorio colpito, al fine di consentire agli agricoltori l’avvio delle procedure per l’ottenimento di sgravi contributivi, previdenziali ed assistenziali, come richiesto anche dalle Associazioni professionali”.

“Tale situazione – si legge nel testo – ha provocato danni ingentissimi alle colture di ciliegie, fragole (che, in gran parte, dovevano essere raccolte proprio in settimana), ma anche di pesche e albicocche (che avevano già sofferto l’inverno particolarmente piovoso), in via di maturazione stagionale, che sono andate quasi tutte distrutte. Lo stesso dicasi per i raccolti di fave, piselli, insalate, e per la coltivazione degli ulivi. Tutt’ora di difficile valutazione è, poi, la situazione dei vigneti. Molti agricoltori hanno visto un anno di lavoro bruciato in dieci minuti e, quel poco che si è salvato, non potrà nemmeno essere utilizzato dall’industria agroalimentare, considerata la velocità di deperimento di questa frutta e verdura”.

Il Consigliere Zoffoli ricorda inoltre come una parte significativa delle imprese colpite non sia purtroppo nuova ad eventi calamitosi e guarda con preoccupazione all’inevitabile rialzo dei prezzi sul mercato, a danno dei consumatori.

È possibile scaricare il testo dell’INTERROGAZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.