Sì unanime dell’Aula: in Giunta massimo 10 assessori

Assemblea Legislativa riunita per la Sessione ComunitariaDalla prossima legislatura, il numero degli assessori della Regione Emilia-Romagna sarà ridotto dagli attuali dodici a un massimo di dieci.

Lo ha stabilito ieri l’Assemblea legislativa, votando all’unanimità un progetto di legge di modifica statutaria, composto da un unico articolo, presentato dall’Ufficio di Presidenza.

Il testo completa gli adempimenti normativi previsti dal Decreto legislativo 174/2012, in cui sono contenute disposizioni per il rafforzamento del coordinamento della finanza pubblica. L’art. 2 del decreto, in particolare, prevede una serie di misure per la riduzione dei costi della politica che le Regioni sono tenute a attuare.

Il decreto sancisce che, a partire appunto dalla prossima legislatura, il numero massimo degli assessori regionali debba essere pari o inferiore a un quinto del numero dei componenti il Consiglio regionale. Essendo 50 i consiglieri regionali in Emilia-Romagna, il numero degli assessori non può essere superiore a 10. L’attuale Statuto regionale (L.r. 13/2005, articolo 45) prevede invece che “il numero degli assessori non può essere inferiore a otto e superiore a dodici”.

La mancata attuazione, entro l’8 giugno 2013, delle previsioni di legge contenute nel decreto comporterebbe “gravi conseguenze economiche e politico-istituzionali”, dal momento che l’adozione degli interventi di adeguamento normativo costituisce condizione per l’erogazione di una quota di contributi erariali pari all’80% dei trasferimenti a favore delle stesse Regioni (esclusi quelli per il Servizio sanitario nazionale e il trasporto pubblico locale).

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.