Maltempo, in arrivo 24 milioni di euro per la messa in sicurezza del territorio

Oltre 1 milione di euro andrà a finanziare 17 interventi in provincia di Forlì-Cesena.

Frana al CornioloLa Regione ha preparato un piano di interventi per la messa in sicurezza del territorio colpito dal maltempo. Il Piano, inviato al Dipartimento nazionale di Protezione civile, prevede 606 interventi per un totale di 24 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di evitare pericoli o ulteriori danni a persone o cose e coprire le spese sostenute dai Comuni per la prima emergenza.

Nelle scorse settimane, la Regione aveva richiesto l’attivazione di Tavoli tecnico-istituzionali in ogni Provincia per la definizione delle criticità principali. Il lavoro svolto sul territorio ha permesso una definizione condivisa del Piano, presentato nei giorni scorsi al Tavolo istituzionale regionale con la partecipazione dei rappresentanti delle Province. La proposta della Regione dovrà ora essere approvata dal Dipartimento nazionale di Protezione civile e sottoposta al controllo della Corte dei conti per diventare esecutiva e procedere all’apertura dei cantieri.

Nel dettaglio il Piano prevede: oltre 16,4 milioni per 217 interventi urgenti o di somma urgenza; 800 mila euro per la rimozione dei rifiuti contenenti amianto caduti a terra in seguito alla tromba d’aria del 3 maggio; 1 milione di euro per il contributo di autonoma sistemazione destinato agli sfollati, per il quale sono definite le modalità di assegnazione e per il lavoro straordinario dei dipendenti pubblici; 613 mila euro per le azioni di monitoraggio necessarie alla comprensione dei fenomeni in corso e all’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci. Specifici finanziamenti sono in arrivo anche per sostenere le spese effettuate dai Comuni nella prima emergenza: 5 milioni per 360 opere di somma urgenza già realizzate o in corso di esecuzione; 160 mila euro per interventi per l’assistenza alla popolazione.

Ai 24 milioni programmati dal Piano si aggiungeranno 6 milioni che la Regione metterà a disposizione con la manovra di assestamento di bilancio.

“Occorre avviare subito tutti quei lavori di salvaguardia e ripristino di strade, case, attività produttive e infrastrutture, pubbliche e private; questo per evitare danni ulteriori e garantire condizioni di vivibilità ad ampie zone che sono state martoriate da maltempo, frane e trombe d’aria. – spiega il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – Va poi posta grande attenzione a famiglie, imprese e mondo del lavoro e va sostenuto con forza l’iter legislativo del Governo per il risarcimento dei privati, delle abitazioni e dei luoghi di lavoro danneggiati. A queste importanti risorse occorre affiancare fin da subito un piano strutturale di interventi in grado di rafforzare la manutenzione nei nostri Appennini, favorendo la messa in sicurezza del territorio. Questo tema, assieme all’emergenza occupazionale e al lavoro, sono le priorità che il Paese deve affrontare con determinazione”.

È possibile scaricare la TABELLA con il dettaglio degli interventi finanziati cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.