Fermo pesca, dalla Regione 800 mila euro per gli indennizzi

Fishing boatPescherecci dell’Alto Adriatico fermi in porto: siamo in fase di fermo pesca. Il blocco è cominciato il 22 luglio e durerà fino al primo settembre per tutta l’area compresa tra Trieste e Rimini. Ulteriori limitazioni sono previste fino al 31 ottobre per diversi tipi di pesca a strascico.

Misure, queste, indispensabili per garantire il ripopolamento delle specie ittiche, ma che vanno di pari passo con lo stanziamento di 800mila euro agli armatori, come indennizzo, attinti dal Fondo europeo per la pesca (Fep).

“Il decreto del ministero delle Politiche agricole – commenta il consigliere regionale Damiano Zoffoli – accoglie le richieste avanzate dalla Regione di un fermo pesca biologico applicato in modo differenziato, per questo siamo soddisfatti. E lo siamo anche per il fatto che la Commissione europea ha finalmente sbloccato i fondi che permetteranno alla Regione di pagare il fermo pesca dello scorso anno”.

Non è ancora giunta ad una soluzione, invece, la questione della cassa integrazione per i marittimi imbarcati: ci sono i fondi a copertura del 2012, ma non ancora quelli per l’anno in corso.

È possibile scaricare il testo del DECRETO cliccando qui.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.