Piano di Sviluppo Rurale: 10,8 milioni per la salute della terra, del paesaggio e della tavola.

papaveroDue nuovi bandi regionali finanziano le Misure 214 e 216 del Programma regionale di sviluppo rurale (PSR) 2007-2014 ovvero incentivano la tutela della natura in ambito agricolo e quindi la tutela della nostra salute, del nostro paesaggio e della biodiversità.

“Ammontano a oltre 10 milioni e 800mila euro i fondi a disposizione degli agricoltori – afferma Damiano Zoffoli – che sceglieranno di percorrere la via della sostenibilità all’interno degli appezzamenti di terreno da loro coltivati. Gli interventi riguarderanno siepi, piccoli boschi, laghetti e tecniche colturali attente alle caratteristiche ambientali da conservare da un lato e l’agricoltura biologica, la lotta integrata e la tutela delle razze e varietà locali dall’altro. Promozione quindi all’ambiente naturale e della sua rigenerazione, attenzione alla conservazione della risorsa idrica e protezione del suolo, delle falde e dei fiumi dal rilascio dei fertilizzanti e produzione di cibi sani, tipici e genuini senza l’uso di fitofarmaci o con un uso moderato perché integrato da tecniche nuove e sempre più ricercate”.

Linea questa sempre più prioritaria tanto che dal 2007 al 2013 in Emilia-Romagna sono stati investiti oltre 300 milioni di contributi per le sole produzioni biologiche.

“Il Programma regionale di sviluppo rurale 2007-2013 si sta avviando a conclusione e con questi bandi, che rappresentano la transizione verso il nuovo settennato – precisa l’Assessore regionale Tiberio Rabboni – viene confermato un impegno forte a favore di un’agricoltura amica dell’ambiente. In questi sette anni sono stati coinvolti in interventi di carattere ambientale oltre 208 mila ettari (il 20% del totale), riducendo del 42% le concimazioni azotate, del 51% l’uso di fitofarmaci, di 200 mila tonnellate all’anno le emissioni di Co2. Il sostegno alle produzioni biologiche ha assorbito fino ad oggi il 34% delle risorse disponibili. Le risorse programmante per il 2013 porteranno il totale a oltre 300 milioni, con un aumento del 15% rispetto alla programmazione passata.”

È possibile presentare domanda di contributo entro il 16 dicembre prossimo e tra gli interventi finanziabili avranno la priorità le richieste di rinnovo per un’ulteriore annualità degli impegni agro ambientali in corso (possibilità questa che era già stata data nel 2012).

È possibile scaricare il testo della DELIBERA rdi Giunta egionale, con i relativi bandi, cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.