Via a nuove norme per autotrasporto e facchinaggio

Varata una nuova disciplina per promuovere la legalità e la responsabilità sociale in Emilia-Romagna.

ContainersLa Giunta regionale ha approvato il progetto di legge “Disposizioni per la promozione della legalità e della responsabilità sociale nei settori dell’autotrasporto, del facchinaggio, delle movimentazioni merci e dei servizi complementari” che, nei prossimi giorni, inizierà l’iter di discussione in Assemblea legislativa.

Nel documento vengono definiti i principi e le finalità che promuovono la legalità, la sicurezza e la regolarità del lavoro nei settori dell’autotrasporto, del facchinaggio, della movimentazioni merci e dei servizi complementari. L’azione della Regione è diretta ad adottare procedure finalizzate alla trasparenza, alla semplificazione, alla dematerializzazione dei procedimenti amministrativi, alla promozione di iniziative di coordinamento e cooperazione istituzionale. Previste anche l’adozione e diffusione di buone pratiche di responsabilità sociale da parte delle stazioni appaltanti pubbliche e attività di formazione e sensibilizzazione, su questi temi, rivolta ai lavoratori, agli operatori economici e ai dipendenti delle Pubblica amministrazione.

La Regione istituirà un elenco di merito degli operatori economici nei settori dell’autotrasporto di merci, dei servizi di facchinaggio e dei servizi complementari nonché una Consulta regionale per la legalità e la promozione della responsabilità sociale.

Le misure di trasparenza a sostegno della legalità saranno attuate anche mediante specifiche intese con gli Enti pubblici che hanno la competenza ad autorizzare l’esercizio dell’attività di autotrasportatore e ad esercitare la vigilanza sul suo corretto svolgimento. Particolare rilevanza assumono gli adempimenti connessi al trasporto di materiale derivante da attività estrattive.

Per quanto riguarda il settore del facchinaggio e dei servizi complementari il documento punta a contrastare il fenomeno di caporalato e gli altri illeciti che alterano la regolarità del mercato del lavoro, attraverso qualsiasi forma di sfruttamento dei lavoratori e dell’utilizzo non regolare degli stessi. Inoltre sarà istituito un elenco regionale dei prezzi relativi ai servizi di facchinaggio, complementari e all’attività di logistica.

“Questo progetto di legge – spiega il Consigliere regionale Damiano Zoffoli – nasce dall’esigenza, condivisa con le parti sociali, di definire un provvedimento normativo in grado di aumentare l’indice di legalità e di responsabilità sociale nei settori dell’autotrasporto, del facchinaggio e della movimentazione merci, che sono tra quelli più esposti alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Anche per contrastare l’inaccettabile convinzione che lo sviluppo delle imprese non sia coniugabile con il rispetto delle regole della concorrenza, della sostenibilità e della sicurezza del lavoro. Questo è un ulteriore strumento che la nostra Regione si dà per favorire la legalità e creare buona e nuova occupazione”.

È possibile scaricare il testo del PROGETTO DI LEGGE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.