Aumentare le risorse per gli specializzandi in medicina

Presentata un’interrogazione alla Giunta per conoscere la situazione degli specializzandi in Emilia-Romagna, alla luce del censimento del fabbisogno.

Graduate Medical Education residency and teaching program. Graduate Medical EducationResident, ResidencyFamily MedicineRebecca Rodriguez, MD - ResidentNegli ultimi anni c’è stato un costante aumento del numero di iscritti al Corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia (passati dai circa 7.800 dell’anno accademico 2013/2014, agli oltre 10.500 studenti dell’anno in corso), al quale non è però corrisposto un incremento delle risorse ministeriali per finanziare i contratti di formazione specialistica di area medica.

È quanto scrive il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, in un’interrogazione rivolta alla Giunta, per conoscere la situazione degli specializzandi in Emilia-Romagna, nella quale ricorda che fin dall’anno accademico 2000/2001 la Regione ha sostenuto, con fondi propri, la frequenza alle scuole universitarie di specializzazione medica emiliano-romagnole. Con nota dell’Assessore alle Politiche per la Salute – si legge nel testo dell’interrogazione – è stato confermato, anche per questa annata, il sostegno regionale per l’istituzione ed il finanziamento dei contratti di formazione aggiuntivi, previa ricognizione del fabbisogno.

Considerando che nei prossimi 10 anni si attendono considerevoli pensionamenti di medici (dipendenti o convenzionati con il SSN) e il Servizio Sanitario Nazionale, in assenza di un adeguato numero di nuovi medici rischia di ritrovarsi sguarnito delle risorse umane necessarie a garantire l’erogazione delle prestazioni assistenziali essenziali, Zoffoli chiede di “conoscere quali azioni la Giunta intenda intraprendere per sollecitare il Governo affinché provveda al reperimento delle risorse per coprire l’intero fabbisogno di spesa relativo ai contratti di formazione medica specialistica”.

Il Consigliere, infine, chiede se si ritenga praticabile la via dei fondi europei, “anche per la nostra Regione e per tutte quelle che rientrano nell’Obiettivo ‘Competitività regionale ed occupazione’, per finanziare parte della formazione, come già fatto dalla Regione Campania.

È possibile scaricare il testo dell’INTERROGAZIONE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.