Promozione e sostegno dell’economia solidale, approvata la legge

Mano nella mano

Riconoscere l’economia solidale “come strumento per affrontare la crisi economica, ambientale e occupazionale”; definire le misure di sostegno “per valorizzare, promuovere e sostenere lo sviluppo dell’economia solidale”, a partire dall’applicazione dei “Sistemi locali di garanzia partecipata” e dalla creazione di “Centri per l’economia solidale”. Ancora: organizzare un Forum regionale per l’economia solidale, creare un Tavolo regionale e attivare un Osservatorio, con un portale web dedicato.

Sono questi gli obiettivi della legge “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale”, approvata dall’Assemblea legislativa regionale nella sua ultima seduta. A favore si è espressa tutta la maggioranza, M5s e il gruppo Misto. Contrari Fi-Pdl e Lega nord; astenuta l’Idv.

“È una legge – spiega il consigliere regionale Damiano Zoffoli, tra i firmatari del testo – che nasce dai territori, dalle esperienze concrete di economia solidale attive da anni nella nostra Regione e che guarda al futuro, per dare risposte alla crisi economica che stiamo vivendo: una crisi di senso e di significato, che ci schiaccia sul presente. Con questo testo scriviamo una pagina di futuro, puntando sulla socialità, sulla sostenibilità, sul rispetto dell’ambiente e della salute”.

“Si tratta – prosegue Zoffoli – di una legge unica nel panorama normativo nazionale, profondamente innovativa, sia per come è stata costruita (con un lungo percorso partecipato, iniziato oltre due anni fa, assieme ai rappresentanti del Creser), sia per i contenuti. D’ora in poi tutte le politiche regionali dovranno essere in linea con i principi dell’economia solidale. Con questo provvedimento la Regione riconosce le forme di coordinamento e rappresentanza dei soggetti dell’economia solidale quali interlocutori fondamentali nei rapporti con le Istituzioni e nelle sedi di consultazione e confronto, dando protagonismo a persone e realtà che credono in un nuovo modello di sviluppo, e che fino ad oggi non avevano voce”.

Per l’avvio, e soprattutto per fornire copertura agli interventi a sostegno della finanza etica e solidale, la legge sarà finanziata con 150mila euro, già previsti nell’assestamento di bilancio.

Contestualmente, è stato approvato un ordine del giorno con cui l’Assemblea legislativa auspica che, data la trasversalità degli ambiti e dei settori in cui opera e si sviluppa l’economia solidale, per dare piena efficacia alle finalità della legge, il futuro Presidente della Regione Emilia-Romagna assegni in Giunta una Delega specifica all’economia solidale.

È possibile scaricare il testo della LEGGE cliccando qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.