Seafood expo: Bruxelles capitale della pesca

_DSC9989 - CopySi sta svolgendo in questi giorni a Bruxelles il “Seafood Global Expo”, la più grande fiera mondiale per quel che riguarda l’industria ittica, dalla pesca alla commercializzazione del prodotto finito.

Ho avuto ieri il piacere di visitare la fiera, in particolare lo stand italiano e di apprezzare il lavoro dei pescatori e dei commercianti di pesce che operano in un mercato difficile ma importantissimo per la nostra economia, che nella sola Emilia Romagna impiega circa 5000 persone (tra pescatori e maricoltori) e produce annualmente più di 55 ooo tonnellate di prodotto finito.

Penso che sia importantissimo garantire la qualità del pescato attraverso controlli precisi e puntuali, e di come si debba lavorare sulla tracciabilità; garantire ai consumatori la provenienza del prodotto non è solo importante per la salute, ma anche per tutelare economicamente i pescatori delle nostre zone.

Dobbiamo lavorare, in questo senso, sulla valorizzazione del prodotto italiano, che ha standard di qualità e sostenibilità molto alti, al contrario di alcuni prodotti importati, che non rispettano gli standard a cui invece noi siamo abitutati e che continuiamo a perseguire.

Anche nel progetto della “Macroregione Adriatico Ionica”, un progetto che coinvolge gli 8 paesi che si affacciano sui mari Adriatico e Ionio e che, tra le altre cose, ha l’obiettivo di modernizzare le attività di pesca grazie a un maggior rispetto delle norme, a una migliore conservazione, a un migliore trasferimento delle informazioni e a una migliore cooperazione in materia di esecuzione e di controllo.

_DSC9989

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.