Costa d’Avorio: vogliamo elezioni democratiche

9625218642_b9cf532e4d_zHo firmato con convinzione un appello di alcune personalità italiane e straniere affinché vi sia maggiore attenzione sul processo elettorale ivoriano.

Questo il testo dell’appello e i primi firmatari:

Per informazioni e adesioni:  costadavorio.appello@libero.it

 

 

Appello per delle elezioni trasparenti, giuste e sicure in Costa d’Avorio

Da molti anni la Costa d’Avorio è attraversata da crisi ricorrenti sfociate talvolta in scontri violenti con, anche in anni recenti, migliaia le vittime. Tutto ciò ha rallentato la sua crescita sociale e il percorso verso una moderna democrazia.

Nuove elezioni per eleggere il presidente della Repubblica sono indette per il prossimo mese di ottobre 2015. La speranza che la società ivoriana e la stessa comunità internazionale affidano al voto di questo importante Paese dell’Africa occidentale è quella che esso serva a superare ogni condizione d’incertezza e, soprattutto, ad evitare nuove  tensioni sociali.

L’avvicinarsi della data fissata per il voto ha reso il clima politico e sociale del Paese ancora una volta particolarmente contrastato.  Solo un voto regolare e trasparente è condizione perché l’esito possa essere accettato e riconosciuto dalle diverse parti in campo, ed evitare, di conseguenza, il pericolo di violenze e disordini.

In solidarietà con il popolo della Costa d’Avorio, che in passato ha pagato pesanti tributi alle tensioni interne, noi ci appelliamo a tutte le forze politiche ivoriane e alla Comunità internazionale.

Con quest’appello noi chiediamo:

Agli attori politici tutti e in particolare alle autorità politiche e amministrative ivoriane di intraprendere ogni necessaria iniziativa affinché le prossime elezioni siano pacifiche, democratiche e aperte alla partecipazione di tutti.  L’intero processo elettorale, compresa la campagna che precede l’elezione vera e propria, deve svolgersi garantendo, libertà e sicurezza a tutti i partiti in lizza. A tutti i cittadini deve essere garantito, liberi da pressioni, l’accesso ai seggi e l’espressione del voto.

Alla comunità internazionale di esercitare la massima vigilanza possibile sulle modalità di avvicinamento e di svolgimento del voto per l’elezione del nuovo presidente della Costa D’Avorio, nella chiara consapevolezza che solo la regolarità di queste elezioni potrà consentire l’avvio di una fase libera dalle violenze del passato e favorire la crescita economica e sociale necessarie per battere la povertà di gran parte della popolazione.

 

Roma,  luglio 2015

 

Primi firmatari: (in ordine alfabetico)

 

BENIFEI Brando, parlamentare europeo, membro Commissione occupazione e affari sociali

BIANCO Gerardo, ex deputato e ministro dell’Istruzione, presidente Associazione Nazionale ex-parlamentari

BLACK Christopher, avvocato internazionale, Canada

DALLMAYR Fred, university professor, Co-Chair of the World Public Forum Dialogue of Civilizations, USA

FOLLONI Gian Guido, ex senatore e ministro dei Rapporti con il Parlamento

GIANNI Alfonso, ex parlamentare e sottosegretario allo Sviluppo economico

GRAZIANI Tiberio, presidente IsAG, Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie  

GROMIKO Yury, professore di antropologia politica, direttore Schiffers Institute, Russia

GUNNELLA Aristide, ex parlamentare e sottosegretario agli Affari Esteri con delega per l’Africa

HELLENBROICH Anno, ex direttore agenzia stampa internazionale, giornalista indipendente, Germania

HOILE David, direttore Africa Research Centre, UK

KOECHLER Hans, professore universitario, presidente International Progress Organisation (IPO), Austria

LANNUTTI Elio, ex senatore, presidente Associazione Consumatori Adusbef

LETTIERI Mario, ex parlamentare e sottosegretario all’Economia e alle Finanze

LOTTIN Welly Marguerite, presidente Associazione Interculturale Griot

MEZZAROMA Roberto, ex parlamentare europeo e presidente Delegazione per le relazioni con il Sudafrica

MIGLIORI Riccardo, ex deputato e presidente Assemblea parlamentare OSCE

MIRAK-WEISSBACH Muriel, giornalista, scrittrice armena-americana, Germania

MUSCARDINI Cristiana, membro del Parlamento Europeo

NISTRI Elisabetta, Presidente “Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo” Italia

PEDRIZZI Riccardo, ex senatore e presidente della Commissione Finanze del Senato

PERSICHETTI Donatina, presidente Consulta Femminile Regione Lazio

PETERLINI Oscar, ex senatore della Repubblica

PITTELLA Gianni, MP, Vice Presidente Vicario Parlamento Europeo

PUDDU Giannina, Presidente ASSOFINANCE

RAIMONDI Paolo, economista, coordinatore Comitato per il progetto infrastrutturale eurasiatico “Razvitie”

RICCERI Marco, Segretario generale EURISPES, istituto di studi politici, economici e sociali

RICEVUTO Giovanni, ex parlamentare, viceministro all’Istruzione e presidente Provincia di Messina

RIVOLTA Dario, ex parlamentare e vice presidente della Commissione Affari Esteri della Camera

SANZA Angelo, ex parlamentare e sottosegretario agli Esteri e alla presidenza del Consiglio dei Ministri

SERVADIO Leonardo, giornalista, coordinatore del sito di geo cultura “Frontiere”

TENNENBAUM  Jonathan, consulente economico, scientifico e tecnologico, USA/Germania

TOIA Patrizia, parlamentare europeo, vicepresidente Commissione industria

ZOFFOLI Damiano, parlamentare europeo, componente Commissione ENVI e REGI 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.