Stop al roaming in Europa dal 2017, approvato l’accordo

Approvato oggi in Plenaria l’accordo raggiunto all’interno del Consiglio europeo, che abbatte definitivamente i costi del roaming internazionale all’interno dei 28 Stati membri. Dal 15 giugno 2017, chiamare, inviare sms e collegarsi a una rete dati mobile all’interno dei confini europei non comporterà alcun costo aggiuntivo rispetto a quanto si paga normalmente nel proprio Paese.

roaming-chiamatePrima di arrivare a quella data, è previsto un periodo di transizione, che inizierà il primo aprile 2016. In questa fase le tarriffe, sia per le chiamate in entrata che per le chiamate in uscita, saranno abbassate gradualmente, come da grafico a lato, fino ad arrivare a zero.

Oltre alla novità sul Roaming, il testo approvato oggi contiene anche disposizioni sulla neutralità della rete, vietando ai fornitori di servizi Internet in tutta Europa di discriminare o limitare contenuti, applicazioni o servizi veicolati, indipendentemente dal mittente e dal destinatario. Per semplificare: gli operatori non potranno servire a chi paga di più un servizio migliore.

L’accordo è stato approvato a larga maggioranza dall’Europarlamento.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.