Pacchetti viaggio: aggiornate le norme per la tutela dei consumatori

Molto importante il voto in plenaria che aggiorna le normative sui pacchetti turistici, che permette di fare un passo ulteriore per aggiornare le norme comunitarie vigenti sul tema, risalenti al 1990.

Infatti, tanti dei prodotti oggi disponibili non sono contemplati dalla Direttiva del 1990 e in altri casi rimangono in una zona grigia dal punto di vista legale; vista quindi la crescita dell’offerta di voli economici e di vendite online, che hanno cambiato il modo con cui i viaggiatori acquistano i loro viaggi, è fondamentale una nuova legislazione che vada a tutelare i clienti che acquistano pacchetti turistici online, in modo che abbiano le stesse garanzie di chi passa dalle agenzie di viaggio convenzionali.

Tra le tutele che garantiranno l’effettiva protezione del consumatore, è importante sottolineare la disponibilità di tutte le informazioni specifiche prima di sottoscrivere un contratto e la possibilità di annullare un pacchetto nel caso in cui, prima della partenza, il suo prezzo dovesse aumentare di oltre l’8%. Grazie alla nuova direttiva, poi, si potrà ampliare la definizione di pacchetto turistico, includendovi tanti servizi che oggi si possono prenotare online ma che non erano inclusi nella normativa del 1990.

Qui un video che spiega più chiaramente cosa prevede questa riforma:

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi condividerlo sui Social Network o via e-mail:
Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.